image

Bando 1.3.E - Testate giornalistiche

 POR CREO FESR 2007-2013

LINEA DI INTERVENTO 1.3.E  TESTATE GIORNALISTICHE ON-LINE

Riferimenti normativi

  • Regolamenti (CE) della Commissione nn. 1080/2006 e 1083/20006
  • Regolamento (CE) della Commissione 15 dicembre 2006 n. 1998/2006 relativo all’applicazione degli articoli 87e 88 del trattato agli aiuti di importanza minore (“de minimis”)
  • Raccomandazione della Commissione 6 maggio 2003 relativa alla definizione delle micro, piccole e medie imprese, notificata con il nr. C(2003) 1422
  • Decisione C(2007) n. 3785 del 1/8/2007 per l’approvazione del POR FESR 2007/2013 per la Regione Toscana e delibera di Giunta Regionale n. 698 dell’8/10/2007 di presa d’atto di tale approvazione;
  • Deliberazione di Giunta Regionale n. 436 del 21/05/2012
  • Deliberazione di Giunta Regionale n. 1010 del 19/11/2012 – approvazione della versione n. 17 del DAR
  • L. 233/2012

Sintesi del bando

Il presente Bando, approvato con Decreto n. 768 del 11 marzo 2013 dalla Regione Toscana, è volto a sostenere le imprese editrici di testate giornalistiche on-line nei loro programmi di investimento volti all’innovazione delle attrezzature e degli impianti per la diffusione on-line di informazioni con contenuto giornalistico e l’aggiornamento periodico delle notizie, incentivando l’occupazione nel settore giornalistico e l'applicazione di un trattamento economico per tutti i collaboratori ispirato a criteri di equo compenso, così come definiti dalla L. 233 del 31.12.2012 “Equo compenso nel settore giornalistico”, entrata in vigore il 18.01.2013.

Destinatari

Destinatari dei contributi sono le micro, piccole e medie imprese (PMI) come definite dalla Raccomandazione della Commissione europea 6 maggio 2003, n. 2003/361/CE relativa alla definizione delle micro, piccole e medie imprese, in possesso di tutti i requisiti di seguito elencati:

a. editino testate giornalistiche on-line con le seguenti caratteristiche:

  • siano registrate presso la cancelleria di un tribunale della Regione Toscana all'interno della circoscrizione in cui la testata ha la redazione (ai sensi dell'art. 5 della L. 47/1948) e che quindi abbiano individuato un direttore responsabile;
  • siano pubblicate con periodicità quotidiana, con una media quotidiana non inferiore ai 10 articoli giornalistici prodotti dalla redazione, i cui contenuti siano originali e pubblicati esclusivamente on-line;
  • che abbiano un contenuto informativo pari ad almeno il 70% del contenuto complessivo;
  • che non abbiano già usufruito e non abbiano fatto richiesta, al momento di presentazione della domanda, dei contributi pubblici da parte dello Stato i cui criteri di assegnazione sono stati riordinati dal Decreto legge 18/05/2012 n. 63 “Disposizioni urgenti in materia di riordino dei contributi alle imprese editrici, nonché di vendita della stampa quotidiana e periodica e di pubblicità istituzionale”;

b. iscritte nel registro degli operatori delle comunicazioni (ROC) presso il Comitato regionale per le comunicazioni (CORECOM);

c. abbiano sede ovvero unità operativa locale nella Regione Toscana;

d. non siano titolari di concessioni di frequenze radiotelevisive digitali;

e. che assumano nel 2013, dopo la presentazione della domanda di aiuto, almeno un giornalista dipendente con il quale è sottoscritto uno dei contratti stipulati dalla FNSI, a tempo indeterminato;

f. non risultino controllate da società o soggetti editoriali che editano anche testate giornalistiche cartacee, quotidiane o di altra periodicità, con diffusione interregionale e/o nazionale o con una tiratura in ogni caso superiore alle 10.000 copie.

Localizzazione

Tutto il territorio della Regione Toscana.

Agevolazioni

L’agevolazione del progetto di investimento si realizza tramite la concessione di un aiuto in conto capitale pari al 60% delle spese sostenute per l’investimento ammesso, quest'ultimo nel limite massimo di Euro 80.000,00. L’aiuto verrà concesso in regime "de minimis" come disciplinato dal Regolamento (CE) n. 1998/2006 della Commissione del 15/12/2006 (la regola "de minimis" prevede che l'importo complessivo degli aiuti "de minimis" concessi ad una medesima impresa non deve superare i 200.000 euro nell'arco di tre esercizi finanziari).

Scadenza

Le domande potranno essere presentate dal 1° aprile al 31 maggio 2013 (entro le ore 17.00).

Presentazione domande

La domanda, sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa, deve essere redatta esclusivamente on-line accedendo al sistema informatico all'indirizzo:

https://sviluppo.toscana.it/bando13egiornali/

Le credenziali di accesso verranno rilasciate dal giorno di apertura del bando sino alle ore 12.00 del giorno precedente la data di scadenza per la presentazione delle domande. 

Per aiutare i presentatori durante la compilazione delle domande sono state attivate due mail dedicate: una per l'assistenza sul bando e sui contenuti della domanda ed una per il supporto tecnico informatico (gli indirizzi email sono visibili all'interno del bando e delle guide). Per problematiche tecniche relative al sistema informatico è inoltre presente all'interno del sistema gestionale un tool di aiuto on-line (chat) dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.

Documenti regionali

Per avere informazioni relative al POR CReO 2007-2013 Programma Operativo Regionale – obiettivo "Competitività Regionale e Occupazione della Regione Toscana è possibile collegarsi al sito http://www.regione.toscana.it/por-creo/bandi

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459