image

Accesso Intranet

incubatori Toscani
Toscana Economia
Regione Toscana

Bando Cardato (rendicontazione)

Concessione di contributi alle piccole e medie imprese (MPMI) produttrici di prodotti tessili cardati, approvato con D.D. 6459 del 18/12/2014 e ss.mm.ii. 

A seguito della valutazione di ammissibilità è stato emanato il D.D. 4555 del 12.10.2015, che individua i progetti ammessi a finanziamento. Per tali progetti è possibile presentare domanda:

  • a titolo di anticipazione (FACOLTATIVA), in misura pari all'ottanta per cento del contributo concesso;
  • a titolo di saldo finale (OBBLIGATORIA), in misura pari alla quota di contributo residua (oppure in misura pari all'intero contributo spettante in base alla rendicontazione finale di spesa, nel caso in cui non siano state presentate richieste di erogazione a titolo di anticipazione).

Tale domanda dovrà essere presentata online sul seguente link: https://sviluppo.toscana.it/rendicontazione/cardato/

Ai fini dell'accesso alla piattaforma i beneficiari, che non ne siano in possesso, potranno ottenere le necessarie credenziali (username e password) inviando una mail a: aricci@sviluppo.toscana.it specificando nell'oggetto “Richiesta credenziali Bando Cardato” e nel corpo nome del progetto e del beneficiario. Una volta completata la compilazione dell'istanza, si dovrà procedere alla “chiusura” telematica della stessa: verrà generato un file in formato pdf che, come generato, senza modifiche, dovrà essere sottoscritto digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa beneficiaria e successivamente caricato sulla piattaforma on line, avendo infine cura di chiudere definitivamente la procedura, premendo il pulsante “PRESENTA DOMANDA”.

Anticipazione

L’anticipo è subordinato alla presentazione contestuale di una garanzia fideiussoria. Tale garanzia deve coprire capitale, interessi e interessi di mora, ove previsti, oltre alle spese delle procedura di recupero e coprire un arco temporale di un ulteriore semestre, rispetto al termine previsto per la conclusione delle verifiche; si ricorda che possono essere accettate esclusivamente fideiussioni emesse da soggetti abilitati al rilascio di garanzie a favore di enti pubblici, si veda in proposito l'art. 5 della polizza che recita <<La “Società” dichiara, secondo il caso, di possedere alternativamente i requisiti soggettivi previsti dall’art. 1 della legge 10 giugno 1982 n. 348 o dall’art. 106 del decreto legislativo 1° settembre 1993, come novellato dal decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141:

  • se Banca di essere iscritto all'Albo presso la Banca d'Italia;
  • se Impresa di assicurazione, di essere inserita nell'elenco delle imprese autorizzate all'esercizio del ramo cauzioni presso l'ISVAP;
  • se Società finanziaria, di essere inserita nell’ elenco speciale di cui all’articolo 107 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, come novellato dal decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 14.>>

Si rinvia ai seguenti link per gli elenchi ufficiali dei soggetti abilitati: 

La Regione Toscana con DD 191/2016 ha approvato il modello di polizza da utilizzare in caso di richiesta di anticipo, scaricabile dalla sezione “Allegati” a fondo pagina. Si rammenta che:

  • verrà esaminata esclusivamente la domanda debitamente compilata e correttamente presentata, in particolare si richiede di caricare la domanda firmata digitalmente e di chiudere la procedura premendo il pulsante “PRESENTA DOMANDA”;
  • la polizza può essere sottoscritta digitalmente ovvero in cartaceo. Nella seconda ipotesi dovrà essere inserita copia debitamente firmata e scansionata nell'apposito upload ed inviato l'originale a Sviluppo Toscana S.p.A., via Dorsale 13, 54100 Massa (MS), alla cortese attenzione del dott. Giuseppe Strafforello, la busta dovrà riportare la dicitura "Contiene Fideiussione" ed i riferimenti del bando;
  • la polizza deve essere corredata di autentica della firma e attestazione dei relativi poteri.

Rendicontazione a saldo

Ai sensi del Bando, i progetti d’investimento dovranno concludersi entro e non oltre 12 mesi dalla data di pubblicazione sul BURT del provvedimento di concessione dell’aiuto, salvo eventuale proroga concessa. Entro 30 giorni successivi alla conclusione, il beneficiario deve presentare la domanda di pagamento a titolo di saldo. Alla richiesta di erogazione a saldo, da compilarsi esclusivamente on line sulla specifica piattaforma di Sviluppo Toscana, deve essere allegata la rendicontazione dei costi totali sostenuti composta da: 

  • relazione tecnica conclusiva; 
  • fatture o documenti contabili di equivalente valore probatorio, completi di documentazione relativa al pagamento, rappresentata dalla ricevuta contabile del bonifico o altro documento (bancario) relativo allo strumento di pagamento prescelto, di cui sia documentato il sottostante movimento finanziario, con indicazione della causale degli estremi del titolo di spesa a cui il pagamento si riferisca (normativa antiriciclaggio DLgs 231/07) come indicato nelle allegate “Linee guida delle spese ammissibili e della relativa rendicontazione”. In caso di voucher, per la percentuale di contributo spettante, viene presentata delega di pagamento al fornitore e la documentazione, relativa al pagamento di cui sopra, deve essere pari alla quota a carico del beneficiario. La delega di pagamento è rilasciata ai sensi dell’art 1269 c.c. e deve essere prevista nel contratto di servizio o in un documento aggiuntivo allo stesso quale modalità di pagamento concordata dalle parti;
  • eventuali schede di monitoraggio, redatte secondo la modulistica che sarà resa disponibile sul sito di Sviluppo Toscana SpA.

Prima di procedere con la richiesta di erogazione di anticipo o del saldo finale, si prega di consultare con attenzione le “Linee guida delle spese ammissibili e della relativa rendicontazione”, nella sezione “Allegati” a fondo pagina. Per eventuali ulteriori informazioni, relative alle domande di erogazione ed alla presentazione della rendicontazione, si prega di contattare Alessandro Ricci ai seguenti recapiti:

(indicando nell'oggetto della comunicazione la dicitura “rendicontazione Bando Cardato”)

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459