image

Bando per il sostegno dei processi di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese

PAR FAS 2007-2013

Bando Internazionalizzazione 2012

ATTENZIONE:

Il D.D. n. 947 del 15.03.2012, rettificato con D.D. n. 987 del 19.03.2012 stabilisce che il termine per l'inoltro delle domande di contributo è stato prorogato alle ore 17.00 del 13 aprile 2012

Soggetti beneficiari

In riferimento all'art. 2.3 del bando le imprese CAPOFILA svolgono esclusivamente attività di coordinamento senza possedere requisiti ammissibilità (e che pertanto non possono essere beneficiarie) dovranno indicare in sede di richiesta account l'elenco delle imprese che intendono essere partner con i relativi codici Ateco. DOVRANNO inoltre far chiedere l'account a TUTTE LE IMPRESE CHE INTENDONO ESSERE PARTNER che DOVRANNO sempre compilare e sottoscrivere le sezioni della domanda di contributo di loro competenza, pena l'inammissibilità dell'intero progetto. Delle sole imprese partner verrà verificata l'ammissibilità in sede istruttoria.

Piccole e medie imprese, singolarmente individuate o in forma aggregata (attraverso consorzi, raggruppamenti temporanei, reti) come definite dall’allegato 1 del Reg. CE n. 800/2008 della Commissione europea, ubicate (anche con unità locali) nell’intero territorio regionale, regolarmente iscritte al registro delle imprese, che esercitino un’attività economica indicata come prevalente nelle seguenti sezioni della classificazione delle attività economiche ATECO 2007:

B – Estrazione di minerali da cave e miniere, ad esclusione dei gruppi 05.1, 05.2 e della classe 08.92
C - Attività manifatturiere, ad esclusione del gruppo 19.1
E – Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
F – Costruzioni
H – Trasporto e magazzinaggio, ad esclusione dei gruppi 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1 e 53.2 J – Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione della divisione 60 e dei gruppi 61.9, 63.9
M – Attività professionali, scientifiche e tecniche, limitatamente ai gruppi 71.2, 72.1, 74.1 S – Altre attività di servizi, limitatamente alla categoria 96.01.1

 

Iniziative Agevolabili

Sono ammissibili alle agevolazioni le spese relative a progetti di penetrazione commerciale, rivolti a Paesi esterni all’area UE, che comprendano le seguenti attività:

A - Partecipazione a fiere e saloni, ubicati in Paesi esterni all’area UE, per i quali l’impresa non sia beneficiaria di contributi/servizi di Toscana Promozione, o di altri soggetti pubblici.
B - Creazione di uffici o sale espositive all’estero.
C - Realizzazione di nuovi centri di assistenza tecnica post-vendita all’estero, detenuti in forma diretta.
D - Realizzazione di nuove strutture logistiche all’estero di transito e di distribuzione internazionale di prodotti, detenute in forma diretta.
E - Azioni promozionali: incoming di operatori esteri, incontri bilaterali fra operatori, workshop, seminari all’estero o in Toscana, azioni di comunicazione sul mercato, eventi collaterali alle presenze fieristiche.
F - Servizi e attività di consulenza. Gestione e coordinamento del progetto (purché il programma di internazionalizzazione sia presentato da un RTI, da una rete di imprese o da un consorzio).

Non sono ammessi i programmi di internazionalizzazione che prevedano esclusivamente le attività di cui alla lettera A o quelle di cui alla lettera F, neppure se tali tipologie sono presenti entrambe.

E’ esclusa l’ammissibilità di programmi di internazionalizzazione che possano configurarsi quali aiuti all’esportazione secondo quanto indicato all’art. 1, lett. d) del Regolamento (CE) n. 1998/2006 della Commissione del 15/12/2006 relativo all’applicazione degli artt. 87 e 88 del trattato agli aiuti di importanza minore “de minimis”[1]. 

I programmi di internazionalizzazione non devono prevedere interventi di delocalizzazione. Ai fini del presente bando, il programma non prevede delocalizzazione quando non comporta dismissione totale o parziale di attività produttive, con conseguente depotenziamento della capacità produttiva della/e sede/i operativa/e localizzate in Toscana e sul territorio nazionale. Il rispetto di tale condizione dovrà essere dichiarato dall’impresa proponente, con la presentazione della domanda di ammissione all’agevolazione, e potrà essere oggetto di successiva verifica.

Le domande di ammissione all’agevolazione potranno essere redatte on line accedendo al Sistema Gestionale di Sviluppo Toscana S.p.A. – PAR FAS 2007-2013 dal sito Internet https://sviluppo.toscana.it/internazionalizzazione/2012/
Si specifica, l'obbligo per le imprese di dotarsi di una casella di PEC (posta elettronica certificata) e di firma digitale ai sensi della normativa vigente (in particolare ai sensi del comma 6 dell’art.16 del D.L. 185/2008).

 

In riferimento alla partecipazione delle imprese in forma aggregata attraverso Consorzi, RTI, reti, si specifica che le premialità di cui ai punti 6, 7, 8, 9 e 10 di cui al paragrafo 10. "Formazione della graduatoria e ammissione all'agevolazione" del bando sono attribuite se almeno una delle imprese partecipanti al programma di internazionalizzazione possiede i requisiti previsti da tali punti. Mentre, ai fini dell'attribuzione della premialità di cui al punto 2. dello stesso paragrafo 10. del bando, il punteggio è assegnato se il requisito territoriale è posseduto da almeno la metà delle imprese partecipanti al programma.
Ai fini dell'attribuzione del punteggio di cui al punto 3 del paragrafo 10 "Formazione della graduatoria e ammissione all'agevolazione" del bando, è necessario che si tratti di apertura di una nuova sede di cui alle macrovoci di spesa B, C, D del paragrafo 3 "Iniziative agevolabili" del bando mentre tale punteggio non è attribuito se la sede è esistente alla data di inoltro della domanda.
Gli account vengono rilasciati sino alle ore 12.00 del giorno precedente la scadenza del bando.

 

Per assistenza rivolgersi agli indirizzi email indicati nelle guide, nelle presentazioni e consultare il documento FAQ.
E' possibile inoltre rivolgersi al seguente numero: 055.2657550

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459