image

Whistleblowing

La legge n.179/2017 è la legge che disciplina il whistleblowing in Italia e tutela i dipendenti dell'azienda e ai lavoratori e ai collaboratori delle imprese fornitrici di beni o servizi e che realizzano opere in favore dell'amministrazione pubblica.

Oltre alle protezioni per i segnalanti la legge ha introdotto obblighi per le Pubbliche Amministrazioni, tra cui l’utilizzo di modalità anche informatiche e il ricorso a strumenti di crittografia per garantire la riservatezza dell’identità del segnalante e per il contenuto delle segnalazioni e della relativa documentazione.
In conformità con quanto previsto dalla Legge n.179/2017 Sviluppo Toscana S.p.A., nella persona del RPCT, ha attivato un canale di whistleblowing che consente di segnalare eventuali condotte illecite sia all'interno che all'esterno della Società:

  • la segnalazione viene fatta attraverso la compilazione di un questionario e può essere inviata in forma anonima;
  • la segnalazione viene ricevuta dal Responsabile per la Prevenzione e la Corruzione (RPC) e gestita garantendo la confidenzialità del segnalante;
  • la piattaforma permette il dialogo, anche in forma anonima, tra il segnalante e l'RPC per richieste, chiarimenti o approfondimenti, senza quindi la necessità di fornire dati di contatto personali;
  • la segnalazione può essere fatta da qualsiasi dispositivo digitale (pc, tablet, smartphone) sia dall'interno dell'Ente che dall'esterno. La tutela dell'anonimato è garantita in ogni circostanza.

Ad ulteriore tutela della garanzia dell'anonimato e del segnalatore la piattaforma è gestita da un organismo terzo e più specificatamente da Trasparency International Italia e Centro Hermes per la Trasparenza e i Diritti Umani Digitali, che hanno firmato un apposito memorandum di intesa con l'ANAC.

La piattaforma, basata sul software GlobaLeaks, permette al Responsabile per la Prevenzione della Corruzione di ricevere le segnalazioni di illeciti da parte dei dipendenti/collaboratori dell’ente e i lavoratori e ai collaboratori delle imprese fornitrici di beni o servizi e di dialogare con i segnalanti, anche in modo anonimo come da previsioni della DIRETTIVA (UE) 2019/1937.

La piattaforma è disponibile con un questionario appositamente studiato da Transparency International Italia per il contrasto alle attività corruttive e conforme alla normativa n.179/2017.

Accedi alla piattaforma di Whistleblowing

E' altresì possibile, ma sconsigliato, l'invio di segnalazioni mediante servizio postale utilizzando il modulo allegato e inviando la comunicazione a:

Responsabile per la prevenzione della corruzione e trasparenza
C/O Sviluppo Toscana S.p.A.
Via Dorsale, 13 - 54100 Massa

In questo caso, a garanzia della riservatezza della comunicazione, è necessario che la segnalazione venga inserita in doppia busta chiusa e che rechi all’esterno la dicitura “riservata/personale”.

 

Allegati: 
AllegatiDimensione
PDF icon modulowb.pdf56.33 KB
Unione EuropeaRepubblica ItalianaPOR CREO 2007-2013POR FSE 2007-2013PAR FAS 2007-2013

Copyright © 2012-2018. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Viale G. Matteotti, 60 - 50132 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459