image

Accesso Intranet

incubatori Toscani
Toscana Economia
Regione Toscana

Bando Infrastrutture Start Up House (Varianti)

Con il Bando per la concessione di contributi per lavori di adattamento per spazi ed immobili da destinare   all’esercizio di attività imprenditoriali di nuova costituzione di cui alla delibera grt 929/2014 e ss.mm.ii. (PRSE 2012-2015 – linea 1.4b) si concedono contributi in conto capitale per lavori di adeguamento di spazi e immobili pubblici attrezzati da mettere a disposizione per l’insediamento di start-up.

In particolare le Amministrazioni beneficiarie (sia direttamente sia avvalendosi di soggetti  gestori terzi), una volta effettuati i lavori di cui al presente bando, dovranno fornire alle start-up servizi di supporto mediante spazi attrezzati comprensivi di servizi immobiliari di base, di utenze funzionali alla destinazione dei locali e di assistenza e tutoraggio per l’avviamento di impresa.

Realizzazione del progetto

I lavori dovranno essere conclusi, collaudati, agibili e funzionali entro 6 mesi dalla data di notifica di concessione del contributo, pena la revoca dello stesso. Entro il termine suddetto  il beneficiario dovrà inviare tramite PEC alla Regione Toscana la certificazione di agibilità dell’immobile per il rilascio del nulla osta all’inserimento dei moduli realizzati all’interno della banca dati predisposta ai sensi del decreto dirigenziale n. 4619 del 20/10/2014. Entro 7 giorni dal rilascio del nulla osta, i beneficiari dovranno inserire i moduli realizzati nella banca dati sopra indicata, pena la revoca del contributo. Almeno una impresa di nuova costituzione dovrà insediarsi all’interno dell’immobile entro un anno dalla data di invio alla Regione Toscana della certificazione di agibilità pena la revoca e restituzione del contributo percepito.

Tutta la documentazione finale di spesa, dovrà essere presentata on line sul sistema informatico appositamente creato, di cui al punto 4.1 del bando, entro tre mesi dalla data di presentazione della certificazione di agibilità. La documentazione finale di spesa è costituita da certificazioni tecniche, amministrative e fiscali, secondo la normativa vigente, debitamente quietanzate; sugli originali della documentazione fiscale attestante il sostenimento dei costi di investimento (fatture o documentazione probatoria equivalente) dovrà essere apposto in modo indelebile, a cura del soggetto beneficiario, un timbro di imputazione della spesa recante la dicitura indicata al paragrafo 7.2 del bando.

I beni realizzati con l’operazione agevolata ai sensi delle presenti disposizioni non dovranno essere alienati, ceduti o distratti dall’uso previsto nell’arco temporale dei cinque anni successivi alla data di erogazione del saldo del contributo, pena la revoca del contributo stesso.

Modifiche dei progetti

I soggetti beneficiari possono presentare richiesta di variante al progetto, purché adeguatamente motivata, entro 6 mesi dalla data di notifica di concessione del contributo. La richiesta di variante, soggetta all’approvazione regionale, non potrà dare luogo ad un incremento del contributo già assegnato. Nel corso dell’intervento potrà essere presentata una sola richiesta di variante.

La domanda di variante deve avvenire a cura del legale rappresentante del soggetto beneficiario, il quale deve inviare apposita comunicazione all'indirizzo di posta elettronica: assistenzainfrastartup@sviluppo.toscana.it.

La comunicazione, che deve citare nell'oggetto la dicitura “Richiesta variante Bando Infrastartup”, deve obbligatoriamente riportare il nome del Beneficiario, il CUP e la tipologia di variante richiesta. Successivamente, il beneficiario riceverà tramite e-mail un avviso di avvenuta riattivazione dell'account e potrà, quindi, accedere alla piattaforma di Sviluppo Toscana S.p.A. https://sviluppo.toscana.it/infrastartup/, utilizzando le stesse chiavi di accesso (username e password) ricevute per la compilazione della domanda di aiuto e inserire la domanda di variante secondo le stesse modalità seguite in sede di presentazione della domanda.

Una volta compilata e presentata la domanda di variante, è necessario trasmettere all'indirizzo assistenzainfrastartup@sviluppo.toscana.it una comunicazione indicante l'avvenuta presentazione e le sezioni della domanda e dei relativi allegati che sono state modificate.

Non saranno considerate ammissibili le domande di variante presentate oltre i termini previsti dal bando, non corredate della documentazione obbligatoria, non conformi alle indicazioni contenute nel Bando e non completate con le integrazioni eventualmente richieste.

Le domande di variante non sono soggette al pagamento dell’imposta di bollo.

Al fine di ottimizzare la valutazione istruttoria delle variazioni progettuali delle operazione ammesse a finanziamento con D.D. 6643 del 11/12/2015, si richiede di compilare il file denominato "scheda evoluzione quadri economci_SUH", reperibile in calce alla presente, al fine di rappresentare l'evoluzione del quadro economico dell'intervento nelle sue varie fasi (progetto definitivo, esecutivo, aggiudicazione e varianti), nonché ulteriori elementi qualitativi in ordine alle eventuali modifiche apportate al progetto in corso d'opera.

Si precisa, inoltre, che, qualora il file reso disponibile non fosse attinente alle caratteristiche del progetto, ad esempio perché composto da due o più lotti funzionali, verrà fornito, su specifica richiesta del soggetto beneficiario ed in base alle specifiche esigenze formulate nella richiesta, un file alternativo che risponda alle effettive caratteristiche di realizzazione dell'intervento.

Il file, una volta compilato, dovrà essere caricato sia in formato editabile (xls), che debitamente timbrato e sottoscritto del Responsabile Unico del procedimento.

Qualsiasi ulteriore informazione può essere richiesta ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

 

File: 
AllegatiDimensione
File Scheda evoluzione quadri economici 22.75 KB
Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459