image

PIU 2014-2020 finanziamento

POR FESR 2014-2020

Progetti di Innovazione Urbana (PIU)

Metodologia e criteri per la presentazione delle operazioni selezionate dall'Autorità Urbana
(ai sensi del Disciplinare approvato con D.D. n. 982 del 13/09/2016)

Bando PIU 2014-2020: posticipato al 10 marzo 2017 ore 12.00 il termine per la presentazione ed il perfezionamento delle domande di contributo, ferma restando invariata la scadenza ultima per la presentazione della Scheda generale del PIU, fissata per il giorno 15 marzo 2017 ore 12.00.

 

Finalità

Concluso il procedimento di selezione delle operazioni del PIU da parte dell'Autorità Urbana, i soggetti proponenti, che assumeranno il ruolo di beneficiari, dovranno presentare la domanda di finanziamento delle singole operazioni selezionate ai Responsabili di azione/sub-azione, secondo le modalità di seguito indicate.

Presentazione delle operazioni

Il Soggetto beneficiario accede al sistema usando le credenziali ricevute dall'Autorità Urbana e procede con la compilazione della scheda. Al momento della presentazione della domanda di finanziamento, in applicazione dell'art.216 comma 4 del D.Lgs.vo n. 50/2016, le operazioni devono avere un livello progettuale con i contenuti almeno del progetto definitivo (D.P.R. n. 207/2010 Titolo II Capo I sez.II) ed essere stati approvati dal competente organo dell'amministrazione comunale. Gli interventi previsti nelle operazioni selezionate, inoltre, devono essere conformi agli strumenti della pianificazione urbanistica vigenti. 

Qualora l'area o l'immobile oggetto di intervento non risulti di proprietà pubblica al momento della presentazione della domanda di finanziamento, è necessario allegare alla stessa: 

  • l'Atto di dichiarazione di pubblica utilità approvato dal competente organo dell'amministrazione comunale, nei casi di procedura di esproprio ai sensi del D.P.R. 327/2001; 
  • il Contratto preliminare di acquisto legalmente valido, nei casi di procedura di compravendita.

Alla domanda deve essere allegato lo Studio di fattibilità economico-finanziario e gestionale dell'operazione, elaborato tramite la web-application Irpet-SdF (1), nonché il prospetto di calcolo delle entrate nette (2). 

Non sono ritenute ammissibili a finanziamento, ai sensi dell’art.65 comma 6 del Reg. UE 1303/2013, le operazioni portate materialmente a termine o completamente attuate prima che la domanda di finanziamento sia presentata dal beneficiario, a prescindere dal fatto che tutti i relativi pagamenti siano stati effettuati dal beneficiario. Pertanto, per le operazioni in corso di realizzazione, è necessario che non sia stato emesso il Certificato di Regolare Esecuzione (CRE) o di Collaudo tecnico-amministrativo prima che il soggetto proponente presenti la domanda di finanziamento delle operazioni in oggetto sul Sistema Informativo Unico del POR FESR 2014-2020.

Modulistica

Tutta la modulistica relativa alla procedura di presentazione delle domande di finanziamento è disponibile nella sezione Allegati.

Modalità e tempi di presentazione delle domande di progetto

Le domande di finanziamento devono essere redatte esclusivamente on line, compilando l'apposita modulistica sul Sistema Informativo Unico del POR FESR 2014-2020 all'indirizzo https://sviluppo.toscana.it/piu2014-2020/

Il Comune titolare del PIU compila e presenta sul medesimo sistema informatico la Scheda generale del PIU, assicurando la coerenza con la selezione delle operazioni effettuata ed approvata dall'Autorità Urbana. La scadenza di presentazione delle domande di finanziamento delle operazioni è fissata per il giorno 1 marzo 2017 alle ore 12.00; la scadenza ultima di presentazione della Scheda generale del PIU è fissata per il giorno 15 marzo 2017 ore 12.00. Le domande si considerano pervenute a seguito della registrazione temporale della chiusura on line effettuata sul sistema informatico. Non sono accoglibili le domande presentate fuori termine o redatte e/o inviate secondo modalità non previste nel presente Disciplinare. Il non rispetto della scadenza ultima può comportare la decadenza del PIU, previa messa in mora del Comune titolare del PIU da parte del Responsabile del coordinamento dell'Asse 6 Urbano del POR FESR 2014-2020.

Sono disponibili i seguenti indirizzi email per fornire assistenza tecnica:

Note:

(1) Per l'elaborazione della "Analisi di fattibilità economico finanziaria e sostenibilità gestionale dell’intervento" richiesta nella Domanda di finanziamento dell'operazione, è necessario collegarsi alla piattaforma web sdf.irpet.it. L'utente potrà creare un nuovo profilo o utilizzare un profilo già esistente per l’accesso alla web-application IRPET-SdF e per la compilazione dell’analisi di fattibilità economico-finanziaria. Allo stesso indirizzo sdf.irpet.it l’utente troverà indicazione degli indirizzi di posta elettronica per l'assistenza e potrà scaricare la guida alla compilazione (Guida IRPET-SdF PIU [v 1.3]). I documenti generati dovranno infine essere salvati nella sezione upload all'interno di ciascuna operazione facente parte del PIU.

(2) Per la compilazione del foglio di calcolo delle entrate nette occorre utilizzare la scheda relativa alla corrispondente linea di Azione del POR FESR 2014-2020 dell'operazione. La scheda, una volta compilata, deve essere trasformata in formato pdf, firmata digitalmente dal legale rappresentante dell'Ente che presenta la domanda di finanziamento e salvata nella sezione “upload” all'interno  dell'operazione. 

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459