image

Accesso Intranet

incubatori Toscani
Toscana Economia
Regione Toscana

Bando Cultura 2015 (rendicontazione)

Bando Cultura – Azione 6.7.1 POR CREO FESR 2014-2020

"ASSE 5 "Preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse"

Modalità di rendicontazione ed erogazione del contributo (Allegato A – D.D. n. 6621 del 22/07/2016)

La rendicontazione della spesa dovrà avvenire per stati di avanzamento e saldo finale nel rispetto di specifici target intermedi di risultato che verranno stabiliti all'interno degli Accordi di Programma di attuazione dei singoli progetti, a garanzia del buon andamento del Programma. I progetti infrastrutturali dovranno concludersi entro 36 mesi dall'atto di concessione del contributo. E' fatta salva la possibilità di concessione di una proroga di 6 mesi che potrà essere disposta dal Responsabile di Azione su richiesta del soggetto beneficiario, accompagnata da una relazione che ne comprovi la necessità. Per progetti conclusi sono da intendersi i progetti completamente realizzati, collaudati e per i quali tutti i pagamenti previsti siano stati effettuati dai beneficiari. Per i progetti ammessi a finanziamento il contributo sarà erogato secondo le seguenti modalità:

  • erogazione della prima quota a titolo di anticipazione pari al 50% del contributo spettante, calcolato in proporzione agli impegni giuridicamente vincolanti assunti, a seguito di comunicazione di inizio lavori a firma del Direttore dei Lavori, con allegata copia del verbale di consegna lavori dal quale si rilievi l'importo aggiudicato e la ditta aggiudicataria;
  • erogazione delle quote successive fino ad un massimo dell' 80% del contributo totale concesso, su presentazione e riconoscimento di documentazione comprovante gli avvenuti pagamenti, relativi alla realizzazione dell'intervento;
  • il rimanente 20% a saldo, dietro presentazione della documentazione comprovante gli avvenuti pagamenti e la certificazione comprovante l'avvenuto collaudo nonché le schede definitive di monitoraggio fisico, finanziario e procedurale.

ATTENZIONE

Tutte le domande di erogazione dovranno essere presentate esclusivamente online utilizzando il nuovo sistema gestionale per la rendicontazione all'interno del Gestionale Finanziamenti del SIUF (Sistema Informativo Unico FESR), raggiungibile dalla pagina informativa presente al seguente link:  http://www.sviluppo.toscana.it/siuf/. Il manuale per gli utenti del Gestionale Finanziamenti, reperibile al suddetto link, illustra la procedura per l'inserimento delle domande di erogazione. Informiamo che ogni domanda di erogazione generata mediante la piattaforma di rendicontazione Gestionale Finanziamenti dovrà essere firmata digitalmente dal Legale Rappresentante del soggetto beneficiario e inviata tramite PEC all'indirizzo asa-controlli@pec.sviluppo.toscana.it, evidenziando nell'oggetto il riferimento all'Azione 6.7.1 ed al soggetto beneficiario (“domanda di erogazione Azione 6.7.1 – denominazione soggetto beneficiario”). 

La data di ricezione di detta PEC farà fede quale data di presentazione della relativa domanda di erogazioneIn assenza di invio della PEC la domanda di erogazione si considera non presentata e, pertanto, la relativa documentazione eventualmente caricata sulla piattaforma Gestionale Finanziamenti non sarà presa in carico da Sviluppo Toscana S.p.A. L'avvio del procedimento amministrativo avente ad oggetto il controllo di I livello della richiesta di erogazione coincide con la data di ricezione della PEC da parte di Sviluppo Toscana S.p.A.


NOTA BENE

Qualora nel corso del procedimento di verifica della richiesta di erogazione, anche a titolo di anticipazione, sia presentata una richiesta di variante da parte del soggetto beneficiario ai sensi del paragrafo 6.4 del bando, il procedimento di erogazione si sospende fino all'avvenuta approvazione della variante da parte della Regione Toscana, salvo diversa disposizione del Bando e/o delle relative “Linee guida per la presentazione di varianti”.


Richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

La richiesta di erogazione a titolo di anticipazione può essere presentata a seguito dell'assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti finalizzati alla realizzazione del progetto. L'erogazione, fino ad un massimo del cinquanta per cento del contributo concesso, sarà commisurata alla quota effettiva di impegni assunti rispetto al totale dei costi ammissibili risultanti dal provvedimento di concessione; quindi, in caso di impegni relativi all'intero costo ammissibile, sarà erogata una quota di contributo a titolo di anticipazione pari al cinquanta per cento del contributo concesso. Ai fini della presentazione della richiesta di erogazione dovrà allegata apposita “dichiarazione di inizio lavori” sottoscritta dal Direttore dei lavori, corredata di idonea documentazione, quale ad esempio:

  • atto di affidamento dei lavori di costruzione ampliamento restauro, ristrutturazione e adeguamento dei beni immobili e documentazione relativa alla procedura di affidamento;
  • atto di affidamento di opere impiantistiche e documentazione relativa alla procedura di affidamento;
  • contratto sottoscritto con la ditta appaltatrice;
  • verbale di consegna dei lavori;
  • atto di affidamento per la fornitura di allestimenti/arredi/attrezzature e servizi tecnologici e informatici completo di documentazione relativa alla procedura di affidamento;
  • contratto per l'acquisizione di allestimenti/arredi/attrezzature e servizi tecnologici e informatici;
  • verbale di consegna di allestimenti/arredi/attrezzature e servizi tecnologici e informatici o equivalente;
  • ordine di fornitura relativo ad allestimenti/arredi/attrezzature e servizi tecnologici e informatici con relativa conferma;
  • atto di affidamento incarico professionale (spese tecniche) e documentazione relativa alla procedura di affidamento;
  • contratto sottoscritto con il professionista incaricato.

Nel caso di soggetti diversi da enti pubblici, l'erogazione delle quote di contributo a titolo di anticipazione sarà subordinata alla presentazione di idonea polizza assicurativa o fidejussione di pari importo, che sarà svincolata contestualmente all'erogazione del saldo.

Richiesta di erogazione a titolo di SAL

La richiesta di erogazione a titolo di SAL può essere presentata a seguito dell'assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti finalizzati alla realizzazione del progetto e la presentazione di documentazione comprovante l'avvenuta realizzazione degli interventi con i relativi pagamenti. L'erogazione a titolo di SAL può essere effettuata fino ad un massimo dell'80% del contributo concesso. Nel caso in cui al soggetto beneficiario sia stato erogato un contributo a titolo di anticipazione, dall'importo da erogare a titolo di SAL sarà detratta la quota già erogata. Ai fini della presentazione della richiesta di erogazione, relativamente agli impegni giuridicamente vincolanti finalizzati alla realizzazione del progetto, dovrà essere caricata sul Gestionale Finanziamenti del Sistema Informativo Unico FESR (SIUF) idonea documentazione, quale ad esempio:

  • atto di affidamento dei lavori di costruzione ampliamento, restauro, ristrutturazione e adeguamento dei beni immobili e documentazione relativa alla procedura di affidamento;
  • atto di affidamento di opere impiantistiche e documentazione relativa alla procedura di affidamento;
  • contratto sottoscritto con la ditta appaltatrice;
  • verbale di consegna dei lavori;
  • atto di affidamento per la fornitura di allestimenti/arredi/attrezzature e servizi tecnologici e informatici completo di documentazione relativa alla procedura di affidamento; 
  • contratto per l'acquisizione di allestimenti/arredi/attrezzature e servizi tecnologici e informatici; 
  • verbale di consegna di allestimenti/arredi/attrezzature e servizi tecnologici e informatici  o equivalente; 
  • ordine di fornitura relativo ad allestimenti/arredi/attrezzature e servizi tecnologici e informatici con relativa conferma; 
  • atto di affidamento incarico professionale (spese tecniche) e documentazione relativa alla procedura di affidamento;
  • contratto sottoscritto con il professionista incaricato. 

Relativamente alla documentazione comprovante l'avvenuta realizzazione degli interventi con i relativi pagamenti dovrà essere caricata sul Gestionale Finanziamenti del Sistema Informativo Unico FESR (SIUF) idonea documentazione, quale, ad esempio:

  • Stato di avanzamento dei lavori, certificati di pagamento, atti di liquidazione;
  • prospetto riepilogativo dei giustificativi di spesa e di pagamento oggetto di rendicontazione;
  • fatture o documenti contabili di equivalente valore probatorio, completi di documentazione attestante l'avvenuto pagamento (mandato quietanzato o documentazione equivalente); nel caso di emissione di fatture con il meccanismo del cosiddetto “split payment”, dovrà essere documentato anche l'avvenuto versamento dell'IVA all'Erario mediante esibizione del modello F24 quietanzato corrispondente alla relativa reversale d'incasso.

Sia per le richieste di erogazione a titolo di anticipazione che per le richieste di erogazione a titolo di SAL dovrà, inoltre, essere caricata sul Gestionale Finanziamenti del Sistema Informativo Unico FESR (SIUF) la seguente documentazione:

  • evidenza dell'informazione data al pubblico relativa al sostegno ottenuto dai Fondi FESR pubblicando sul proprio sito web (in italiano e in inglese) una breve descrizione dell’operazione, che spiega le finalità, i risultati ed il sostegno finanziario ricevuto. Tali informazioni devono essere fornite utilizzando il format dall'Autorità di Gestione messo a disposizione sul sito web della Regione Toscana, nelle pagine dedicate al POR FESR 2014-2020;
  • evidenza relativa all'esposizione, in un luogo facilmente visibile al pubblico, di un cartellone temporaneo di dimensioni rilevanti, realizzato utilizzando il format fornito dall'Autorità di Gestione e messo a disposizione sul sito web della Regione Toscana, nelle pagine dedicate al POR FESR 2014-2020;
  • indicatori riferiti all'intervento agevolato utilizzando il modello messo a disposizione sul sistema ;
  • monitoraggio dell'intervento agevolato utilizzando il modello messo a disposizione sul sistema Gestionale Finanziamenti.

Recapito di assistenza 

Per eventuali problematiche inerenti alla presentazione delle richieste di erogazione mediante il sistema informativo Gestionale Finanziamenti del SIUF, è attivo l'indirizzo email assistenzasiuf@sviluppo.toscana.it con sistema di ticketing di Sviluppo Toscana (https://ticket.sviluppo.toscana.it/) a cui è possibile inviare una e-mail (non PEC) sia per supporto informatico che per assistenza sui contenuti.


OBBLIGHI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE

Si richiama l'attenzione dei soggetti beneficiari sulle disposizioni in tema di informazione e comunicazione che il Reg. n. 1303/2013 (Allegato XII) prevede a carico di tutti i beneficiari di fondi FESR. Si veda al riguardo il “KIT” di comunicazione allegato in calce alla presente pagina e la pagina informativa http://www.regione.toscana.it/en/-/por-fesr-2014-2020-obblighi-dei-beneficiari-su-informazioni-e-comunicazione

 

File: 
Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459