image

Riqualificazione aree destinate a insediamenti produttivi (Bando 2012)

PAR FAS 2007-2013

Bando “riqualificazione ambientale di aree destinate ad insediamenti produttivi”

Con decreto dirigenziale 25 novembre 2011, n. 5452 (BURT n. 50 del 14/12/2011, scaricabile in calce alla presente pagina nella sezione "allegati") è stato approvato il Bando relativo ad operazioni per la “riqualificazione ambientale di aree destinate ad insediamenti produttivi”, di cui alla Tipologia I del Fondo e relativo alle linee 3.3 del PRSE 2007-2010 e 1.3.1 del PAR FAS 2007-2013.

SINTESI DEL BANDO

Il presente Bando finanzia operazioni aventi ad oggetto la riqualificazione ambientale di aree per insediamenti produttivi industriali o artigianali, le quali si caratterizzino per la presenza e la gestione unitaria ed integrata di infrastrutture e servizi idonei a garantire il rispetto dell’ambiente in un’ottica di sviluppo sostenibile, in conformità ai principi di prevenzione e controllo integrati dell’inquinamento, con la finalità di conseguire, unitamente alla competitività del sistema produttivo, la salvaguardia dell’ambiente, della salute e della sicurezza.
In particolare, potranno essere finanziati gli interventi ricadenti all’interno delle zone territoriali omogenee della pianificazione urbanistica destinate all’insediamento di attività produttive ed artigianali di cui all’art. 2 del D.M. 1444/1968 (“zona D”), e più precisamente:

  • interventi in aree già esistenti o dismesse;
  • interventi in aree di nuova realizzazione.

Ai fini dell’ammissione alle agevolazioni degli interventi di riqualificazione ambientale, le Aree produttive industriali ed artigianali suddette dovranno essere individuate, all’interno delle zone territoriali omogenee destinate all’insediamento di attività produttive di cui all’art. 2 del D.M. 1444/1968, da apposita perimetrazione definita dalle Amministrazioni Comunali territorialmente competenti.

Saranno considerati prioritari gli interventi finalizzati al completamento di aree esistenti rispetto all’ampliamento o alla realizzazione di nuove aree.

La disponibilità finanziaria di cui al presente bando ammonta ad euro 15.693.547,82.

Destinatari:

  • Comuni, province, comunità montane, Enti pubblici (ivi compresi gli enti riqualificati in senso pubblicistico dalla giurisprudenza ed enti equiparati alla P.A. sul piano funzionale) e loro consorzi;
  • Università e istituti di ricerca pubblici singoli e associati, anche in forma consortile;
  • Consorzi e società miste pubblico/private a maggioranza pubblica nei casi consentiti dalla normativa vigente;
  • fondazione a totale composizione pubblica.

Localizzazione:

le risorse saranno destinate ad interventi localizzati all’interno dell’intero territorio regionale, con una riserva finanziaria, fino al 15% delle risorse del Fondo, destinata ai territori dei comuni classificati montani dalla disciplina regionale vigente (di cui all’elenco in allegato A alla L.R. 26 giugno 2008, n. 37 e s.m.i).

Agevolazioni:

  • sotto forma di “contributo a fondo perduto”, fino alla misura massima del sessanta per cento dell’investimento complessivo ammissibile, al lordo dell’eventuale quota di IVA non detraibile risultante da idonea dichiarazione sottoscritta dal Soggetto richiedente;
  • sotto forma di finanziamento agevolato (a tasso zero), fino ad un importo massimo del cento per cento dell’investimento complessivo ammissibile, al lordo dell’eventuale quota di IVA non detraibile risultante da idonea dichiarazione sottoscritta dal Soggetto richiedente; in tal caso il finanziamento suddetto dovrà essere restituito sulla base di un piano di ammortamento di durata compresa tra i 5 ed i 10 anni con rate posticipate costanti a cadenza annuale.

Presentazione domande:

Le domande di contributo dovranno essere redatte esclusivamente on line, utilizzando lo specifico gestionale realizzato da Sviluppo Toscana S.p.A. Per accedere al gestionale sarà possibile utilizzare, dal 19 aprile 2012 dalle ore 13:00, il seguente link: https://sviluppo.toscana.it/fipro1/

Le domande, chiuse con procedura telematica dai soggetti interessati, dovranno essere stampate, timbrate e sottscritte in ogni pagina dai soggetti richiedenti e spedite, complete della documentazione obbligatoria prevista, a mezzo raccomandata AR alla Regione Toscana – D.G. Competitività del sistema regionale e Sviluppo delle competenze – “Settore infrastrutture e Servizi alle imprese” – via di Novoli, 26 – 50127 FIRENZE entro il 02/07/2012.

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459