image

Fondo Progettazione Opere Strategiche

PRSE 2012-2015

Fondo  per la Progettazione degli  Interventi Strategici

 

1. Finalità  del fondo

Al fine di razionalizzare e accelerare la spesa per investimenti pubblici, con particolare riguardo alla realizzazione dei progetti ammessi a cofinanziamento, di competenza oltre che della Regione, degli Enti Locali anche in forma associata, e degli altri Enti Pubblici, è istituito  il Fondo  per la progettazione degli interventi strategici.

Il Fondo finanzia le spese per la redazione di :

  1. studi per l’individuazione del quadro dei bisogni e delle esigenze del sistema territoriale rappresentato dagli enti pubblici territoriali;
  2. studi di fattibilità economico finanziaria di opere pubbliche e d’interventi integrati territoriali;
  3. progetti preliminari;
  4. progetti definitivi;
  5. progetti esecutivi.

secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia di appalti pubblici.

2. Articolazione del fondo

Il  Fondo si articola in 3 sezioni di sostegno finanziario:

  1. finanziamento in conto capitale;
  2. finanziamento agevolato a tasso zero;
  3. finanziamento in conto garanzia.

3. Dotazione del Fondo

Con Delibera di G.R.T. n. 215 del 25/03/2013 è stato individuato un primo stanziamento pari ad euro 5.000.000,00. ll Fondo può essere alimentato con ulteriori risorse regionali, nazionali ( Fondo di Sviluppo e Coesione ex FAS) e comunitarie (FESR), nell’ambito degli stanziamenti di bilancio previsti o che possano essere destinati al “Fondo per le Infrastrutture produttive” di cui alla Delibera di Giunta Regionale n.924/2009 successivamente modificata con Delibera di Giunta Regionale n.964/2012.

4. Ambito di intervento

Il Fondo deve essere utilizzato con particolare riferimento ad operazioni connesse allo sviluppo economico dei settori prioritari del territorio quali :

  • progetti di sviluppo territoriale, ivi compresi interventi di valorizzazione integrata di patrimonio immobiliare pubblico;
  • riqualificazione siti produttivi dismessi;
  • infrastrutture per il trasferimento tecnologico;
  • progetti di sviluppo urbano;
  • interventi di valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale;
  • mobilità sostenibile;
  • piattaforme modali.

Sarà attribuita priorità agli interventi cofinanziabili con il FESR per il periodo 2014-2020

5. Soggetti Beneficiari

Al Fondo possono accedere soggetti pubblici o organismi di diritto pubblico secondo la vigente disciplina ed in particolare:

  • la Regione; 
  • gli Enti locali (comuni, province, città metropolitane, unioni di comuni anche in forma associata);
  • gli enti pubblici non economici, gli organismi di ricerca pubblici, le amministrazioni/aziende ed enti del Servizio sanitario regionale.

Non sono ammissibili al presente Fondo, per il medesimo intervento, i soggetti pubblici o organismi di diritto pubblico, che sono stati finanziati sul Fondo di anticipazione per favorire le progettualità dei Comuni e delle Unioni dei Comuni montani, di cui alle Delibere della Giunta Regionale n° 79 del 13/02/2012, e n° 182 del 12/03/2012, in attuazione della L.R. 68/2011, art.93.

6. Modulistica

Tutta la modulistica relativa al Bando è disponibile nella sezione Allegati.

7. Modalità e tempi di presentazione delle domande relative ai progetti definiti strategici

Le domande di contributo relative alle operazioni appartenenti alle tipologie finanziate dal presente disciplinare dovranno essere redatte esclusivamente on line all'indirizzo https://sviluppo.toscana.it/fondoprog/, pena la non accoglibilità delle stesse 

Il periodo di presentazione sul portale web sopra indicato è il seguente:

  • Data di apertura del gestionale: 01.02.2014
  • Data di chiusura del gestionale: 28.02.2014 (fino alle ore 17.00)

Al fine di poter accedere al sistema per la compilazione della domanda on line, il soggetto richiedente dovrà richiedere il rilascio di Userid (identificativo utente) e Password (codice segreto di accesso) seguendo la procedura on line attivabile all'indirizzo https://sviluppo.toscana.it/fondoprog/

Ai fini dell'inoltro agli uffici regionali competenti ciascuna domanda di finanziamento dovrà essere chiusa con procedura telematica dai soggetti interessati (come risultante dalla registrazione temporale della chiusura on line effettuata sul sistema gestionale e dalla specifica filigrana "stampa definitiva" lungo il margine destro di ciascun foglio del modulo di domanda);

Ciascuna domanda, chiusa con procedura telematica e completata come sopra descritto, dovrà essere, quindi, inserita in un plico recante la seguente dicitura:Istanza di contributo relativa al "Fondo per la Progettazione" - Disciplinare 2013" e spedita a mezzo raccomandata A/R alla Regione Toscana -D.G. Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze - "Settore Infrastrutture per lo sviluppo economico. Monitoraggio e controlli" - Via Luca Giordano, 13 - 50132 - FIRENZE entro il 05.03.2014Per quanto riguarda le ulteriori disposizioni inerenti la gestione procedurale delle domande, non indicate qui sopra, si rimanda al “Disciplinare del Fondo per la progettazione degli interventi strategici approvato con Delibera della Giunta Regionale n. 804/2013.

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459