image

Bando infrastrutture pubbliche per il turismo e commercio: terza raccolta progettuale

PRSE 2007-2010 / PAR FAS 2007-2013 / POR CREO FESR 2007-2013

ATTENZIONE, IL BANDO HA SUBITO DELLE MODIFICHE, LEGGERE GLI AGGIORNAMENTI IN CODA ALLA PAGINA. LA SCADENZA E' STATA PROROGATA AL 30/03/2012.

Con la Delibera n. 1068 del 28/11/2011, la Giunta Regionale ha deciso di approvare l’avviso per la III raccolta progettuale per “l’accesso ai finanziamenti con procedura negoziale di interventi relativi a infrastrutture per il turismo e commercio- Annualità 2011” relativi alla Linea di intervento 4.2 del PRSE 2007/2010 , della linea d’intervento 1.4.1 del PAR FAS 2007/2013 e della linea 5.4.c) del POR Creo 2007-2013 destinate a investimenti per la realizzazione di infrastrutture pubbliche per il turismo e commercio in Toscana.

 

Finalità

In attuazione del PRSE 2007/2010, del PAR FAS 2007/2013 e del Documento di Attuazione Regionale (DAR) del POR CREO 2007/2013, l’avviso ha come finalità il miglioramento della qualità urbana e territoriale e del livello di accoglienza dell’offerta turistica e commerciale, oltre che dei servizi per turisti e consumatori, attraverso la realizzazione di infrastrutture per il commercio e turismo, anche nelle aree svantaggiate montane. Con la stessa Delibera n. 1068 del 28/11/2011, la Giunta Regionale ha costituito inoltre una specifica riserva di fondi regionali, pari ad almeno 2 milioni di euro, a favore dei territori della Lunigiana e dell’Isola d’Elba colpiti dai recenti eventi calamitosi alluvionati, come individuati con le delibere G.R. n. 912/2011 e n. 963/2011

Soggetti beneficiari

Enti pubblici: Province, Comuni, Comunità Montane e Unioni di Comuni, anche riuniti in consorzi;

 

Localizzazione degli interventi

Tutto il territorio regionale per gli interventi finanziati con fondi PRSE e/o PAR FAS, mentre per quelli finanziati con fondi POR CREO 5.4.c) gli interventi dovranno localizzarsi unicamente nelle aree caratterizzate da svantaggi geografici e naturali, individuate nei territori montani di cui alla L.R. n. 37 del 26 giugno 2008 e s.m.i.

 

Requisiti e tipologie di intervento ammissibili

Sono requisiti di ammissibilità:

  1. la disponibilità del piano esecutivo di gestione dell’infrastruttura realizzata;
  2. la coerenza con il contesto della programmazione ambientale;
  3. la conformità alle previsioni urbanistiche vigenti;
  4. la progettualità di livello minimo almeno preliminare ex art. 93 D.Lgs n. 163/2006 e s.m.i.

Le tipologie di intervento ammissibili divise per le tre aree sono le seguenti:

TIPOLOGIA DI INTERVENTO PER L’AREA “RIQUALIFICAZIONE DI CENTRI ABITATI FUNZIONALE ALL’INSEDIAMENTO E AL RINNOVO DELL’OFFERTA COMMERCIALE E A MIGLIORARE LA QUALITA’ DELLA VITA E LA FRUIBILITA’ DEGLI SPAZI E SERVIZI A DESTINAZIONE COLLETTIVA“:

  • Realizzazione e/o adeguamento di aree mercatali;

  • Interventi di qualificazione e arredo urbano finalizzati allo sviluppo dei Centri Commerciali Naturali di cui al Titolo XIII della L.R. 28/2005 e s.m.i.

TIPOLOGIA DI INTERVENTO PER L’AREA “INFRASTRUTTURE CHE PERMETTANO UNA MAGGIORE FRUIZIONE TURISTICA IN ARMONIA CON LA SVILUPPO DEL TERRITORIO”:

  • Adeguamento, ampliamento e realizzazione di strutture che si configurano come offerta complementare alla ricettività;
  • Qualificazione dell’offerta per la nautica da diporto e balneazione pubblica;
  • Adeguamento, ampliamento, potenziamento e messa in sicurezza e realizzazione di impianti sciistici e di innevamento;
  • Interventi finalizzati alla valorizzazione dell’offerta termale;
  • Interventi per migliorare e qualificare la fruizione della Rete Escursionistica Toscana e itinerari turistici con valenza storico/culturale di interesse regionale;
  • Realizzazione o adeguamento di uffici e/o reti di informazione e accoglienza turistica;
  • Realizzazione, recupero, adeguamento e ristrutturazione di immobili finalizzati alla valorizzazione a fini turistici di aree ad elevato potere di attrazione turistica e di aree e strutture di interesse storico/archeologico, ambientale, culturale;
  • Adeguamento e realizzazione di strutture ricettive extra alberghiere (quali rifugi alpini ed escursionistici) di proprietà o disponibilità pubblica, in aree fortemente carenti di ricettività. La gestione dovrà essere affidata a soggetti terzi individuati con procedura di evidenza pubblica.

TIPOLOGIA DI INTERVENTO PER L’AREA ”VALORIZZAZIONE E SVILUPPO DELLE STRUTTURE DESTINATE AD OSPITARE ESPOSIZIONI FIERISTICHE E CONGRESSUALI DI LIVELLO NAZIONALE”:

  • Adeguamento, ampliamento e realizzazione di strutture congressuali, espositive e fieristiche.

 

Presentazione della domanda (novita')

Le domande potranno essere presentate esclusivamente on-line mediante l'apposita piattaforma gestita da Sviluppo Toscana S.p.A. Per accedere al gestionale , a partire dal 30 gennaio 2012, per la presentazione della domanda (scadenza fino al 30/03/2012 alle ore 17.00) sarà possibile utilizzare il seguente link: https://sviluppo.toscana.it/tc2012

Aggiornamenti della Normativa a seguito della D.G.R.T. n. 142 del 27/02/2012 e delle O.P.G.R. n. 34 del 17/11/2011 e D.P.G.R. n. 204 del 25/11/2011


Con la D.G.R.T. n. 142 DEL 27/02/2012 la Giunta Regionale ha incrementato fino a € 2.500.000 l’importo della riserva di fondi regionali per le infrastrutture pubbliche del presente bando a favore dei territori della Lunigiana e dell’Isola d’Elba colpiti dai recenti eventi calamitosi alluvionati.
Inoltre con la stessa delibera la Giunta Regionale ha incrementato fino al 70% il contributo massimo concedibile sugli stessi interventi proposti dagli stessi enti locali della Lunigiana e dell’Isola d’Elba.
Si ricorda inoltre che ha seguito delle O.P.G.R. n. 34 del 17/11/2011 e D.P.G.R. n. 204 del 25/11/2011” i comuni della Lunigiana individuati ai sensi dell’art. 1, comma 1, del OPCM n. 3974/2011, sono i seguenti:

  • Comune di Aulla;
  • Comune di Bagnone;
  • Comune di Casola in Lunigiana;
  • Comune di Comano;
  • Comune di Filattiera;
  • Comune di Fivizzano;
  • Comune di Fosdinovo;
  • Comune di Licciana Nardi;
  • Comune di Mulazzo;
  • Comune di Podenzana;
  • Comune di Pontremoli;
  • Comune di Villafranca;
  • Comune di Tresana;
  • Comune di Zeri.

 

Per quando riguarda invece i territori dell’Isola d’Elba, i comuni sono quelli di Marciana e Campo dell’Elba, come indicato dalla D.G.R.T. n. 963/2011 e dal D.P.G.R. n. 190 del 9/11/2011.”

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459