image

Accesso Intranet

incubatori Toscani
Toscana Economia
Regione Toscana

Bando per l’erogazione dei contributi sociali previsti dall’art. 3 della l.r. 53/2017 per l’evento alluvionale 9-10 settembre 2017

E' aperto il bando per accedere ai contributi sociali destinati a coloro che hanno subito danni durante l'alluvione di Livorno del 9-10 settembre 2017.

Beneficiari
Possono accedere al contributo sociale i privati persone fisiche, proprietari alla data dell’alluvione del 9-10 settembre 2017, di beni distrutti o danneggiati nei comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo, che abbiano presentato la scheda B di ricognizione del danno entro il 16/10/2017 (termine previsto dall’ordinanza commissariale n. 49/2017) e che abbiano un reddito certificato con I.S.E.E. in corso di validità (cioè riferito all’anno 2016), non superiore a 36.000,00 euro.

Tipologia di spese ammissibili

I beni danneggiati per i quali è ammissibile il contributo sono:

  • le unità immobiliari che costituiscono abitazione abituale e stabile del richiedente con esclusione degli immobili o porzioni di immobili realizzati in difformità alle disposizioni urbanistiche ed edilizie ove tale difformità comporti variazioni essenziali ai sensi della legge 28/2/1985 n. 47 e successive modifiche e integrazioni, salvo che sia intervenuta sanatoria;
  • gli impianti funzionali all’abitazione anche se installati nelle pertinenze (quali ad esempio, autoclavi, addolcitori e caldaie);
  • le parti comuni degli edifici qualora trattasi di danni alle parti interne all’immobile o agli impianti comuni (quali, ad esempio, vani scale, ascensori, impianti di riscaldamento condominiali);
  • i beni mobili essenziali contenuti nelle unità abitative, esclusi i beni mobili contenuti nelle pertinenze;
  • gli autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori ad uso privato.

I beni danneggiati per i quali non è ammissibile il contributo sono:

  • danni alle pertinenze, quali cantine, garage e beni in essi contenuti;
  • danni ai giardini, ai cortili ed ai relativi arredi, ai terreni, ai muri perimetrali dei cortili e dei giardini, alle recinzioni;
  • danni agli immobili non utilizzati o con uso diverso dall’abitazione e le attrezzature ivi comprese;
  • danni alle biciclette, alle imbarcazioni, ai camper, ai carrelli;
  • danni alle infrastrutture private (es. strade);
  • tutto quanto non ricompreso nella categoria beni danneggiati ammissibili

Dotazione Finanziaria
La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 8.000.000,00. Qualora le risorse destinate non siano sufficienti a soddisfare tutte le domande di contributo verrà data priorità ai contributi ai soggetti che hanno subito i danni all’abitazione e ai beni mobili ivi contenuti riconoscendo l’importo del contributo previsto dal punto 1.3. Agli altri soggetti e ai proprietari di autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori il contributo ammissibile sarà ridotto in modo percentuale sulla base delle risorse disponibili.

Forma e misura dell'agevolazione
Il contributo di cui al presente Avviso si ritiene che debba essere inquadrato come “specificatamente erogato in segno di solidarietà e di aiuto, così da qualificarlo giuridicamente come parziale compensazione del danno non patrimoniale e del danno emergente, escluso espressamente da ogni forma di tassazione come chiarito dalla Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 155/E del 27 maggio 2002”.
Il limite massimo del contributo concedibile è pari a:

  • euro 8.000,00 per i nuclei familiari con ISEE, in corso di validità, fino a 20.000,00 euro;
  • euro 5.000,00 per i nuclei familiari con ISEE, in corso di validità, ricompreso tra euro 20.001,00 e 36.000,00.

Per nucleo familiare si intende quello definito dall’art. 4 D.P.R. 223/1989.
Il contributo concesso sarà il minore tra il valore massimo sopra indicato e la stima del danno quantificato nella scheda B per il beni ammissibili a contributo.

Relativamente al danno agli autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori il contributo ammissibile sarà il minore tra il valore massimo del contributo sociale e il costo di riparazione o, nel caso il bene sia irreparabilmente danneggiato, il valore del bene definito nelle riviste specializzate (quali ad esempio Quattroruote, Insella, etc..).
In ogni caso  per l’autoveicolo o motoveicolo o il ciclomotore andato distrutto verrà comunque riconosciuto un contributo minimo come di seguito indicato :

  • euro 2.000,00 per l’autoveicolo;
  • euro 1.000,00 per il motoveicolo;
  • euro 500,00 per ciclomotore.


Scadenza e Informazioni
La domanda di ammissione al contributo sociale deve essere presentata esclusivamente per via telematica compilando il format disponibile nel sito https://sviluppo.toscana.it/alluvionelivorno a decorrere dal 6 novembre 2017 e fino alle ore 23:59 del 7 dicembre 2017.

Le domande presentate oltre la data del 07 dicembre 2017 nonché quelle trasmesse con modalità diverse dall'invio telematico sopra indicato saranno ritenute inammissibili.
Il servizio di supporto per la compilazione delle domande di contributo presso la sede del Genio Civile, sarà attivo dalle ore 09:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:00 di tutti i giorni da lunedì a venerdì, a partire dal 6 novembre 2017. Lo stesso servizio di supporto si concluderà alle ore 17:00 del 07 dicembre 2017.

Qualsiasi informazione relativa al bando e agli adempimenti ad esso connessi può essere richiesta a: csalivorno(at)sviluppo.toscana.it
Qualsiasi informazione relativa alla piattaforma ed alla compilazione on line può essere richiesta a: supportocsalivorno(at)sviluppo.toscana.it

Modalità di presentazione domande
La domanda è presentata da uno dei componenti del nucleo familiare ed ha ad oggetto tutti i danni subiti dai soggetti che fanno parte del nucleo familiare rilevanti ai fini ISEE, anche se sono state presentate, dai componenti dello stesso nucleo, più schede B in relazione alla segnalazione dei danni subiti. La domanda è resa nella forma della dichiarazione sostitutiva, secondo i seguenti allegati al Bando a pena di inammissibilità:

  • modello A “Domanda di contributo sociale per i nuclei familiari che hanno subito danni agli immobili e/o ai beni mobili ivi contenuti e/o agli autoveicoli motoveicoli e ciclomotori”;
  • modello B “Domanda di contributo sociale per i danni agli autoveicoli, motoveicoli ciclomotori”.

I soggetti non in grado di compilare il format in autonomia potranno recarsi presso l’ufficio del Genio Civile di Livorno, Via Aristide Nardini Despotti Mospignotti n. 33 dove del personale appositamente dedicato aiuterà il soggetto nella compilazione della domanda.
Nella domanda dovranno essere indicati gli estremi della scheda B presentata ossia:

  • numero di protocollo e la data;
  • nome e cognome del soggetto che ha presentato la scheda B.

Nella domanda del nucleo familiare devono essere richiamati gli estremi di tutte le schede B di segnalazione del danno presentate singolarmente dai componenti del medesimo nucleo familiare.
Alla domanda modello “A” e “B” dovranno essere allegati:

  1. copia documento di identità in corso di validità;
  2. certificazione ISEE in corso di validità;
  3. dati bancari per il ricevimento del contributo.

Nel caso la domanda di contributo sia riferita agli immobili dovranno essere allegati anche i seguenti dati:
* in caso di immobile di proprietà o di parte comune:

  • N.C.E.U. del Comune in cui è situato;
  • Foglio;
  • Particella;
  • sub particella;
  • percentuale della quota millesimale di proprietà;

* in caso di immobile in locazione:
- data di stipula, n. di registrazione e scadenza del contratto

Nel caso la domanda di contributo sia riferita agli autoveicoli, motoveicoli o ciclomotori a questa dovranno essere allegati anche i seguenti documenti:

Qualora il veicolo sia stato riparato:

  • certificato di proprietà dell’autoveicolo, motoveicolo o del ciclomotore;
  • libretto di circolazione
  • fatture e/o ricevute fiscali (anche in copia conforme all’originale) comprovanti i costi sostenuti per la riparazione del bene mobile registrato non necessarie in caso di rottamazione del veicolo);

Qualora il veicolo sia stato distrutto, in alternativa:

  • certificato di rottamazione
  • certificato di vendita al concessionario ai fini dell'acquisto di una nuova auto

I soggetti che si presenteranno all’ufficio per la compilazione della domanda dovranno portare tutti i dati e la documentazione sopra indicata, altrimenti non nsarà possibile procedere alla compilazione della stessa.
Qualora lo si ritenga utile è possibile portare altri eventuali docuumenti aggiuntivi da allegare alla domanda.


Completata la compilazione della domanda on line, ivi incluso il caricamento degli allegati sopra elencati, si dovrà procedere:

  • alla verifica dei contenuti dell'anteprima della domanda
  • alla chiusura della stessa (non sarà più possibile apportare modifiche ai contenuti)
  • alla stampa della stessa;
  • alla sua sottoscrizione con firma calligrafica;
  • alla scannerizzazione della domanda;
  • al caricamento, nell’apposita sezione del gestionale di Sviluppo Toscana.

Accesso al gestionale per la presentazione della domanda

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459