image

Bando Ordinanza 558 bis

Bando per la concessione di aiuti alle imprese che hanno subito danni a seguito degli eventi meteorologici del mese di ottobre 2018

Commissario delegato ex O.C.D.P.C. n. 558 DEL 15/11/2018
Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 Febbraio 2019 “Assegnazione di risorse finanziarie di cui all’art. 1, comma 1028 della legge 30 dicembre 2018 n. 145” e s.m.i.

N.B. Con Ordinanza n. 49/2020 la scadenza del sistema gestionale "Ordinanza 558 bis" (Ordinanza n. 39 del 17/04/2020) è stata prorgata alle ore 23:59 del 19/06/2020 

Finalità e obiettivi

La Regione Toscana con il presente bando, intende favorire la ripresa economica delle imprese che hanno subito danni a seguito degli eventi di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri 8 novembre 2018. Il bando prevede la concessione di contributi a favore di quei soggetti, operanti in tutti i settori di attività economica extra-agricola, la cui attività non risulti cessata al momento della presentazione della domanda, che abbiano subito danni nei territori interessati dagli eventi calamitosi di cui sopra registrati in Toscana nei giorni 28-30 ottobre 2018.

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria massima disponibile per la Regione Toscana per la presente procedura, ai sensi di quanto previsto dall’ordinanza commissariale n. 35 del 8/4/2020 è pari ad euro 2.500.000, fatte salve le eventuali rimodulazioni delle risorse stanziate nonché le ulteriori assegnazioni come previsto dal comma 4, art. 5 del DPCM 27/02/2019.

Beneficiari

Possono presentare domanda, con le modalità indicate nel successivo paragrafo 4.2, le imprese, i liberi professionisti e gli altri soggetti (quali associazioni, fondazioni, comitati e altri enti non societari che esercitano un’attività economica non in forma principale) titolari di partita IVA ed iscritti al R.E.A.:

  • con sede legale e/o operativa in Toscana che hanno subito danni a seguito degli eventi  meteorologici di dei giorni 28-30 ottobre 2018;
  • operanti in tutti i settori di attività economica, ad eccezione delle Attività classificate sotto la sezione A  “AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA” del codice ATECO ISTAT;
  • la cui attività non risulti cessata al momento di presentazione della domanda.

Progetti ammissibili

Ai sensi dell’art. 4 del  DPCM del 27/02/2019 Il contributo è finalizzato a:

  • a) alla ricostruzione in sito dell’immobile distrutto nel quale ha sede l’attività o che costituisce l’attività;
  • b) alla delocalizzazione, previa demolizione, dell’immobile distrutto o danneggiato nel quale ha sede l’attività o che costituisce l’attività, costruendo o acquistando una nuova unità immobiliare in altro sito nel territorio regionale toscano, se la ricostruzione in sito non sia possibile:
    • 1) in base ai piani di assetto idrogeologico o agli strumenti urbanistici vigenti;
    • 2) in conseguenza di fattori di rischio esterni e per i quali, alla data di presentazione della domanda di contributo, non risultino programmati e finanziati interventi di rimozione dei predetti fattori di rischio;
  • c) al ripristino recupero e manutenzione straordinaria di opere e impianti danneggiati o distrutti a seguito dell’evento calamitoso.

Nel caso di richiedenti che abbiano presentato domanda e ottenuto il contributo di primo sostegno di cui all’Ordinanza Commissariale n. 70 del 21/06/2019, l’aiuto di cui al presente provvedimento, analogamente al caso dei rimborsi assicurativi, è calcolato scorporando dal valore del contributo spettante l’eventuale importo già concesso a titolo di primo sostegno.

Contributo

Il contributo è concesso entro il limite massimo di euro 450.000 e con i limiti percentuali specificati come segue, applicati sul valore indicato dalla perizia asseverata.

  • a) Per le domande riguardanti: 
    • la ricostruzione del medesimo sito, la delocalizzazione in altro sito, il ripristino strutturale e funzionale dell’immobile nel quale ha sede l’attività d'impresa: il contributo è concesso fino al 50% dell’importo indicato in perizia;
    • il ripristino o la sostituzione degli impianti danneggiati o distrutti a seguito dell’evento calamitoso: il contributo è concesso fino al 80% dell’importo indicato in perizia;
  • b) per le prestazioni tecniche (progettazione, direzione dei lavori etc): la relativa spesa, comprensiva degli oneri riflessi (cassa previdenziale, e IVA), è ammissibile a finanziamento nel limite del 10% dell’importo dei lavori, al netto dell’IVA di legge, fermi restando i massimali complessivi di contributo.

Presentazione della domanda

La domanda di agevolazione è redatta esclusivamente on line accedendo al sistema gestionale disponibile al sito Internet https://sviluppo.toscana.it/bandi/, previo rilascio delle credenziali di accesso al sistema informativo. Le istruzioni per il rilascio delle credenziali sono disponibili al seguente indirizzo: [Accesso Unico ai Bandi]. La domanda potrà essere presentata a partire dalle ore 9:00 del 20/04/2020 e fino alle ore 23:59 del 20/05/2020.

Assistenza e Supporto

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPOR CREO 2007-2013POR FSE 2007-2013PAR FAS 2007-2013

Copyright © 2012-2018. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Viale G. Matteotti, 60 - 50132 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459