image

Bando Informazione

PRSE 2012-2015

BANDO INFORMAZIONE

Informiamo che con il Decreto Dirigenziale n. 5142 del 13.11.14 del Settore Disciplina, politiche e incentivi del commercio e attività terziarie Direzione Generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze della Regione Toscana, il termine per la presentazione delle domande a valere sul Bando per la concessione di contributi alle imprese di informazione ai sensi della Legge regionale 4 luglio 2013, n. 34 “Disciplina del sostegno regionale alle imprese di informazione. Modifiche alla L.R. 35/2000, alla L.R. 22/2002 ed alla L.R. 32/2002”, approvato con Decreto Dirigenziale del 08 Settembre 2014 n. 3821, pubblicato sul BURT n. 37 del 17/09/2014, è stato prorogato alle ore 17:00 di lunedì 24 novembre 2014. Si specifica che le chiavi di accesso saranno rilasciate fino alle ore 12.00 di venerdì 21 novembre p.v. Restano valide le ulteriori indicazioni in relazione al rilascio degli account stabilite all'interno dell'allegato H del bando.

Finalità

Il Bando  per la concessione di contributi alle imprese di informazione ai sensi della Legge regionale 4 luglio 2013, n. 34 “Disciplina del sostegno regionale alle imprese di informazione. Modifiche alla L.R. 35/2000, alla L.R. 22/2002 ed alla L.R. 32/2002” , approvato con Decreto Dirigenziale del 08 Settembre 2014 n. 3821, pubblicato sul BURT n. 37 del 17/09/2014, attualmente in vigore, intende agevolare la realizzazione di progetti aventi un particolare rilievo informativo per le comunità locali attuati dalle imprese di informazione, nonché gli interventi di innovazione organizzativa e tecnologica necessari alla realizzazione dei suddetti progetti, che siano finalizzati prioritariamente alla tutela del lavoro e dell’occupazione.

Destinatari

Possono presentare domanda di aiuto a valere sul presente Bando le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), come definite dalla Raccomandazione della Commissione europea 6 maggio 2003, n. 2003/361/CE, che svolgano un’attività identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti ambiti:

  1. emittenza televisiva digitale terrestre (DTT);
  2. emittenza radiofonica via etere;
  3. web tv, ovvero emittenze che trasmettono esclusivamente via web;
  4. web radio, ovvero radio che trasmettono esclusivamente via web;
  5. stampa quotidiana e periodica;
  6. quotidiani e periodici on-line;
  7. agenzie di stampa quotidiana via web.

Localizzazione

Tutto il territorio della Regione Toscana. 

Tipologia di progetti ammissibili 

Sono ammissibili progetti aventi un particolare rilievo informativo per le comunità locali (lett. d) dell'art. 4 L.R. n.34/13), che si connotino per il contenuto innovativo e riguardanti almeno uno dei seguenti temi:

  • comunicazione di interventi di pubblica utilità (come protezione civile, campagne sociali ecc.);
  • giornalismo d'inchiesta;
  • giornalismo di informazione legato a comunità e territori specifici, con particolare attenzione per aree montane o svantaggiate e con minore copertura informativa;
  • canali tematici e iniziative culturali multimediali che si caratterizzino per il loro contenuto informativo su temi sociali, culturali e artistici, educativi e di servizio;
  • progetti che incentivino il diritto-dovere della comunicazione trasparente da parte delle pubbliche amministrazioni.

Sono, altresì, ammessi gli investimenti per l'innovazione tecnologica ed organizzativa sostenuti per la realizzazione dei suddetti progetti e ad essi direttamente correlati, finalizzati prioritariamente a produrre effetti positivi sull'occupazione (lett. a) dell’art.4 L.R. n.34/13).

Tipologia di spese ammissibili

Sono ammissibili ad agevolazione le spese, al netto di imposte, tasse e altri oneri relative a:

  1. adeguamento delle apparecchiature/impianti;
  2. acquisto di hardware e software;
  3. spese di consulenza;
  4. servizi di agenzia stampa nazionale/locale acquisiti da soggetti aventi i requisiti specifici di cui al par. 2.2;
  5. costi di connettività;
  6. altri costi operativi;
  7. spese relative al personale impiegato per il progetto.

Forma e misura dell'agevolazione

L'agevolazione è concessa nella forma di aiuto in conto capitale ovvero in conto esercizio pari al 70% delle spese complessivamente sostenute e ritenute ammissibili per la realizzazione del progetto stesso, tenuto conto dei massimali previsti dal Bando, che prevedono un costo totale minimo del progetto presentato non inferiore a € 50.000,00 ed un costo massimo pari ad € 250.000,00. L’aiuto verrà concesso in regime "de minimis", come disciplinato dal Regolamento (CE) n.1407/2013 della Commissione del 18/12/2013.

Scadenza

La presentazione delle domande di aiuto a valere sul presente Bando sarà possibile dalle ore 9:00 del 18/09/2014 alle ore 17:00 del 24/11/2014.

Modalità di presentazione domande 

Le domande di aiuto dovranno essere redatte e presentate esclusivamente on-line accedendo al Sistema Informatico di Sviluppo Toscana S.p.A., al seguente indirizzo URL: https://sviluppo.toscana.it/impreseinformazione/ secondo le modalità descritte nello specifico Manuale per la compilazione (Allegato H).

La modulistica per la presentazione della domanda deve essere compilata sul Sistema Informatico ovvero sarà resa disponibile sullo stesso, nel caso debba essere compilata separatamente e poi caricata sul sistema in upload. 

Qualsiasi informazione relativa al bando e agli adempimenti ad esso connessi può essere richiesta ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459