image

Accesso Intranet

incubatori Toscani
Toscana Economia
Regione Toscana

Protocolli di insediamento

PRSE 2012-2015

N.B. "Si comunica che con Decreto n. 9576 del 04/07/2017, la Regione Toscana ha sospeso la presentazione delle manifestazioni di interesse relativamente al Bando Protocolli d'Insediamento con riferimento a entrambe le Aree di crisi di Piombino e Livorno a decorrere dalle ore 17.00 del giorno 07/07/2017. Una eventuale riapertura sarà subordinata alla disponibilità di risorse al termine dell'istruttoria di ammissibilità sui progetti presentati  alla data del 30 giugno 2017."

N.B. Con Decreto Dirigenziale 2180 del  27.02.2017 sono riaperti termini per la presentazione delle manifestazioni d'interesse a far data dal giorno 01/03/2017 con riferimento a entrambe le Aree di crisi di Piombino e Livorno, con formazione di graduatorie quadrimestrali fino a successivo atto che disponga la chiusura dei termini per esaurimento delle risorse, specificando che:

  • l'intervento si attua ai sensi del bando approvato con decreto n. 11312/2016;
  • per l'Area di crisi di Piombino è da ritenersi sospeso il vincolo di cui al paragrafo 3.3 "Durata e termini di realizzazione del progetto" del bando, che dispone che i programmi di investimento siano da concludersi e rendicontarsi entro il 31/07/2017 in ragione delle regole di utilizzo del PAR FAS 2007-2013, tenuto conto degli esiti della riunione del CIPE del 01/12/2016 che dispongono il superamento dell'attuale termine per l'utilizzo di dette risorse. Successivamente alla verbalizzazione della riunione CIPE, con appropriato decreto, sarà determinato il termine ultimo per la realizzazione dell'investimento ammesso al contributo;
  • in via generale, come stabilito al paragrafo 3.3 del bando, i programmi di intervento devono essere completati entro 24 mesi dalla concessione dell'aiuto con eventuale proroga di tre mesi.

Con DGRT n. 580 del 21.06.2016 sono state disposte le seguenti riaperture dei termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse:

  1. Per investimenti rivolti all'Area di crisi di Piombino dal 15 luglio 2016 fino alla scadenza del 31 ottobre 2016 o fino ad esaurimento delle risorse disponibili. I programmi di investimento saranno da concludersi e rendicontarsi entro il 31/07/2017.
  2. Per investimenti rivolti all'Area di crisi di Livorno (Comuni di Livorno, Collesalvetti, Rosignano Marittimo) dal 15 luglio 2016 mantenendo le naturali scadenze previste dall'Avviso (31/10-28/02-30/06) fino a esaurimento delle risorse disponibili

La stessa DGR modifica l'Avviso nel modo seguente:

  • estensione dell'ammissibilità alle imprese del settore turistico;
  • innalzamento del punteggio minimo di selezione da 15 a 30 punti;
  • verifica dei requisiti della cantierabilità/fattibilità amministrativa, della affidabilità economico economico-finanziaria e della fattibilità economico-finanziaria del programma alla data di adozione dell'atto di approvazione della graduatoria anzichè alla data di presentazione della manifestazione d'interesse.

In attuazione dell'Accordo di Programma sottoscritto in data 24/04/2014 per la disciplina degli interventi per la riqualificazione e la riconversione del polo industriale di Piombino - Attuazione Asse II – Azione 3 “Interventi di rafforzamento produttivo dell’area di crisi industriale di Piombino”, nonché dell'Accordo di Programma sottoscritto in data 7 maggio 2015 per l'adozione del PRRI (Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale) ai sensi dell'articolo 27 del decreto legge n. 83/2012, sono riaperti i termini, nel corso del mese di maggio 2016 e fino al 30 giugno 2016, per la presentazione delle manifestazioni d'interesse a valere sullo strumento agevolativo dei Protocolli di insediamento, limitatamente ai programmi di investimento rivolti ai Comuni compresi nel territorio dell'Area di crisi complessa di Piombino (Comuni di: Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo e Suvereto) come definiti dalla DGR 1145/2014 e dal bando di cui al decreto n. 6695/2014. Per esigenze di utilizzo delle risorse a ciò destinate, i programmi di investimento saranno da concludersi e rendicontarsi alla Regione Toscana entro il giorno 31 luglio 2017 e le domande potranno essere accolte fino a concorrenza delle risorse disponibili.

Descrizione e finalità dell'intervento

I Protocolli di Insediamento sono rivolti a favorire la crescita sostenibile, la qualificazione del tessuto produttivo regionale e processi di industrializzazione mediante la realizzazione di programmi di sviluppo industriale di particolare rilevanza strategica, aventi contenuti innovativi, di dimensione significativa e in grado di produrre occupazione aggiuntiva attraverso una procedura negoziale che definisca intese tra la Regione e soggetti privati e/o pubblici. I Protocolli devono prevedere i seguenti programmi di investimento, ai sensi del Regolamento generale di esenzione per categoria (Reg. UE n. 651/2014 della Commissione del 17.06.2014):

  • a) ricerca industriale, sviluppo sperimentale, come previsti dalla disciplina comunitaria in materia di aiuti di stato a favore di ricerca, sviluppo e innovazione (GI e PMI);
  • b) investimenti materiali e immateriali, se destinati alla creazione di un nuovo investimento o all’ampliamento di uno stabilimento esistente (PMI e GI se collocate nelle aree di cui dell'art. 107, par.3, lett. c) del TFUE).
  • c) investimenti finalizzati alla creazione o all'ammodernamento di infrastrutture di ricerca, laddove ne ricorrano le condizioni, si fa riferimento anche alla disciplina comunitaria in materia di aiuti di stato a favore di ricerca, sviluppo e innovazione.

Requisiti

Soggetti beneficiari possono essere grandi imprese, micro e pmi o imprese in forma aggregata strutturate come consorzi (ai sensi delle disposizioni degli artt. 2602 e seguenti del Codice Civile, di durata non inferiore ad anni cinque), raggruppamenti temporanei d’imprese, associazioni temporanee di scopo, reti di imprese (ai sensi della Legge n. 33 del 9 aprile 2009, articolo 3, comma 4-ter e s.m.i. in qualunque forma costituite). Gli investimenti devono essere realizzati da imprese che operano in attività del settore industria e dei servizi, B, C, D, E, F, H, J, M, N, R della classificazione delle attività economiche ATECO ISTAT 2007, fatte salve le restrizioni previste dalla disciplina comunitaria in materia di settori sensibili.

Gli interventi devono consistere in:

  • a. investimenti in
    • a1) nuove unità locali;
    • a2) unità locali già presenti sul territorio regionale;
    • a3) creazione o ammodernamento di infrastrutture di ricerca (ai sensi dell'art.26 del Reg UE n.651/2014);
  • b. programmi di reindustrializzazione in aree di crisi complessa di cui all’art.27, comma 8 del D.L. 22.6.2012 n.83;
  • c. investimenti da parte di imprese con sede legale in Toscana, la cui base sociale è costituita per almeno il 70% da ex dipendenti di aziende in crisi che hanno usufruito dell’incentivo dell’autoimprenditorialità consistente nell’anticipo del trattamento di integrazione salariale a loro concessi e non ancora goduti previsti alla legge 223/1991 e dalla legge 102/2009, nonché di incentivi regionali sulla creazione di imprese di cui alla L.R. 21/2008 o da programmi operativi regionali cofinanziati dai fondi strutturali.

Massimali di spesa

Per dimensione significativa degli interventi si intende:

  • nel caso di investimenti di cui all’art.3, comma 1, lett. a1) e a2):
    • Grandi Imprese singole: investimenti non inferiori a 10 Meuro;
    • Grandi Imprese in collaborazione con PMI: investimenti non inferiori a 7,5 Meuro;
    • PMI singole: investimenti non inferiori a 2 Meuro;
    • PMI aggregate: investimenti non inferiori a 3,5 Meuro;
  • nel caso di investimenti di cui all’art.3, comma 1) lett. a3): investimenti non inferiori a 1 Meuro;
  • nel caso di investimenti di cui all’art.3, comma 1, lett. b) e lett. c): investimenti non inferiori a 250.000 Euro.

Modalità e termini di comunicazione dei dati

La manifestazione d'interesse è redatta esclusivamente on-line, previo rilascio delle credenziali di accesso al sistema informativo, all'indirizzo: 

https://sviluppo.toscana.it/bandi/

I dati potranno essere inseriti per via telematica sul sistema informativo di Sviluppo Toscana Spa a partire dalle ore 9:00 del 02.03.2015.

Le manifestazioni di interesse possono essere presentate entro le ore 23:59:59 delle seguenti scadenze quadrimestrali: 30 giugno, 31 ottobre, 28 febbraio di ogni anno (salvo eventuali sospensioni dell'intervento con specifico atto).

Nei giorni di scadenza indicati, l'assistenza tecnica è garantita fino alle ore 17:00

Informazioni di utilità

Qualsiasi informazione relativa all'avviso e agli adempimenti ad esso connessi può essere richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica:

protocolliinsediamento@sviluppo.toscana.it

 

File: 
AllegatiDimensione
PDF icon DD n.11312 del 28.10.2016760.45 KB
PDF icon Allegato A - Avviso PDI (DD n.11312)404.24 KB
PDF icon Allegato B - Scheda tecnica e Piano Finanziario74.17 KB
PDF icon Allegato A - Facsimile domanda di aiuto64.68 KB
PDF icon Allegato C - Checklist42.74 KB
PDF icon Allegato D - Modalità di presentazione domande55.4 KB
PDF icon Allegato E - Cronoprogramma50.13 KB
PDF icon DD n.160 del 26.01.2015691.82 KB
PDF icon Allegato A - Elenco unità locali Piombino38.19 KB
PDF icon DGRT n.1145 del 09.12.201467.36 KB
PDF icon DGRT n.583 del 04.05.201576.08 KB
PDF icon DD n.4659 del 20.10.2015478.28 KB
PDF icon DD n.6333 del 17.12.2015 647.29 KB
PDF icon Allegato A - Domande ammesse5.88 KB
PDF icon DD n.6664 del 21.12.2015889.98 KB
PDF icon DD n.130 del 25.01.2016665.21 KB
PDF icon DD n.593 del 19.02.2016529.23 KB
PDF icon DD n.1419 del 01.04.2016647.82 KB
PDF icon Allegato A - Graduatoria complessiva8.35 KB
PDF icon Allegato B - Domande NON ammesse5.45 KB
PDF icon DGRT n.355 del 27.04.201693.78 KB
PDF icon DGRT n.580 del 21.06.201695.34 KB
PDF icon DD n.5456 del 30.06.2016775.2 KB
PDF icon Allegato A - Avviso PDI346.74 KB
PDF icon DD n.5694 del 30.06.20162.05 MB
PDF icon Allegato A - Domande Ammesse (DD n.5694)13.41 KB
PDF icon Allegato B - Domande NON ammesse (DD n.5694)9.46 KB
PDF icon DD n.9913 del 30.09.2016 - Approvazione graduatoria753.54 KB
PDF icon Domande ammesse scadenza 30.06.20169 KB
PDF icon DD n.13204 del 29.11.2016 - Sospensione termini presentazione532.05 KB
PDF icon DD n. 2180 del 27.02.2017 - Approvazione graduatoria765.93 KB
PDF icon DD n.2180 - Domande ammissibili Area Piombino4.94 KB
PDF icon DD n.2180 - Domande ammissibili Area Livorno5.67 KB
PDF icon DD n.2180 - Domande NON ammissibili Area Piombino4.47 KB
PDF icon DD n.2180 - Domande NON ammissibili Area Livorno5.83 KB
PDF icon DD n.9576 del 04.07.2017536.86 KB
Unione EuropeaRepubblica ItalianaPAR FAS 2007-2013POR FSE 2007-2013POR CREO 2007-2013PRSE 2007-2010

Copyright © 2012-2015. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Via Cavour, 39 - 50129 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459