image

Bando Ricerca e Sviluppo Distretto Rurale (rendicontazione)

POR FESR Toscana 2014-2020 – Azione 1.1.5 sub a1)

Bando "Ricerca e Sviluppo del Distretto rurale Toscana del sud"

FASE DI RENDICONTAZIONE E DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

Con decreto Regione Toscana n. 12879 del 23/07/2019 pubblicato sul BURT n. 32 del 07/08/2019, è stato approvato il bando “Ricerca e Sviluppo del Distretto Rurale Toscana del sud” per agevolare la realizzazione di progetti di investimento in ricerca e sviluppo delle imprese appartenenti al Distretto Rurale della Toscana del sud. Ai sensi del paragrafo 8 del succitato bando, l’agevolazione concessa ai progetti ammessi a contributo viene erogata, su istanza di ciascun beneficiario, per stati di avanzamento secondo il seguente schema:

  • A) a titolo di ANTICIPAZIONE (FACOLTATIVA): anticipo fino al 40% del contributo previa presentazione di garanzia fideiussoria da parte di ciascun partner del progetto. 
  • B) a titolo di Stato di Avanzamento Lavori – SAL (OBBLIGATORIA): il primo periodo di rendicontazione si conclude entro 12 mesi decorrenti dalla data di pubblicazione sul BURT del provvedimento di concessione dell’aiuto. Entro tale termine ogni beneficiario deve presentare domanda di pagamento e rendicontare il 40% dell’investimento ammesso;
  • C) a titolo di SALDO (OBBLIGATORIA): il  secondo e ultimo periodo di rendicontazione si conclude entro 24 mesi decorrenti dalla data di pubblicazione sul BURT del provvedimento di concessione dell’aiuto. Entro tale termine ogni beneficiario deve rendicontare la parte residua dell’investimento ammesso e presentare la domanda di pagamento a saldo.

Le domande di erogazione dovranno essere presentate online tramite la piattaforma Gestionale Finanziamenti del SIUF - Sistema Informativo Unico FESR (https://siuf.sviluppo.toscana.it/). Alla pagina informativa del sistema SIUF è disponibile un manuale per gli utenti che illustra la procedura per l'inserimento delle domande di erogazione. Ogni partner dovrà provvedere autonomamente e sotto la propria responsabilità al caricamento in piattaforma delle spese e sarà destinatario diretto dei flussi finanziari di sua spettanza.

IN NESSUN CASO saranno ritenute valide rendicontazioni presentate con modalità diverse.

L'accesso alla piattaforma è automaticamente consentito al legale rappresentante dell'impresa o ente titolare di progetto ammesso a finanziamento. Tuttavia, è possibile delegare alla compilazione della rendicontazione altri soggetti facendo esplicita richiesta con le modalità descritte alla pagina informativa del sistema SIUF. Ogni domanda di erogazione generata mediante la piattaforma di rendicontazione SIUF dovrà essere firmata digitalmente dal Legale Rappresentante del soggetto beneficiario e inviata tramite PEC all'indirizzo: asa-controlli@pec.sviluppo.toscana.itLa data di ricezione di detta PEC farà fede quale data di presentazione della relativa domanda di erogazione. In assenza di invio della comunicazione a mezzo PEC l'eventuale rendicontazione presentata su SIUF si considera NON PRESENTATA.

Presentazione della richiesta di anticipo (FACOLTATIVA)

È facoltà dei beneficiari richiedere un anticipo pari al 40% del contributo totale del progetto. L’anticipo è subordinato alla presentazione contestuale di una garanzia fideiussoria. Tale garanzia deve coprire capitale, interessi e interessi di mora, ove previsti, oltre alle spese delle procedura di recupero e coprire un arco temporale di un ulteriore semestre, rispetto al termine previsto per la conclusione delle verifiche sul progetto. Detta garanzia può essere prestata dalle imprese bancarie, dalle imprese di assicurazione di cui alla L. n. 348/1982, o dagli intermediari finanziari iscritti all’albo di cui all’art. 106 del D.Lgs. n. 385/1993 (TUB) che svolgano attività di rilascio di garanzie in via esclusiva o prevalente, che siano a ciò autorizzati e vigilati dalla Banca d’Italia e presenti nelle banche dati della stessa. Sono esclusi gli intermediari finanziari stranieri che non hanno sede legale e direzione generale situate nel territorio della Repubblica. Al fine di evitare il rischio di rilascio di polizze false o inefficaci, gli uffici richiedono un’attestazione della validità della stessa all’indirizzo della Direzione Generale del soggetto garante. La polizza deve essere rilasciata utilizzando il modello di garanzia fideiussoria predisposto e approvato dall’Amministrazione Regionale (Allegato B al bando disponibile nella sezione “allegati” in calce al presente testo) e sottoscritta con la forma di atto pubblico o di scrittura privata autenticata, con attestazione del potere di firma, al fine di precostituire il titolo per il recupero coattivo mediante agente della Riscossione.

La polizza fidejussoria può essere sottoscritta:

  • a) digitalmente;
  • b) in forma autografa su supporto cartaceo. 

Nella prima ipotesi la polizza, emessa in formato digitale con le modalità disciplinate nel Codice dell’Amministrazione digitale approvato con d. lgs. n. 82 del 2005, dovrà essere sottoscritta in forma digitale e inviata tramite PEC all'indirizzo asa-controlli@pec.sviluppo.toscana.it. In caso di polizze emesse in forma digitale, le sottoscrizioni digitali devono essere apposte in presenza di Notaio, ai sensi dell’art. 25 del codice dell’amministrazione digitale, D.lgs. 07/03/2005 n. 82 e ss.mm.ii, in relazione all'art. 2703 codice civile. Nella seconda ipotesi dovrà essere inviato l'originale cartaceo a Sviluppo Toscana S.p.A., via Dorsale 13 - 54100 Massa (MS), alla cortese attenzione del dott. Giuseppe Strafforello; la busta dovrà riportare la dicitura "CONTIENE FIDEJUSSIONE - Azione 1.1.5.a1".

Si rinvia ai seguenti link per gli elenchi ufficiali dei soggetti abilitati:

Ulteriori informazioni di dettaglio sulle modalità di presentazione della domanda di erogazione a titolo di anticipo sono reperibili al paragrafo 8.4 del bando di finanziamento D.D. n. 12879 del 23/07/2019 disponibile  nella sezione allegati. 

Presentazione delle domande di erogazione SAL e SALDO (OBBLIGATORIE)

Informazioni di dettaglio sulle modalità di rendicontazione e presentazione delle domande di erogazione, sono reperibili nel documento “LINEE GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE ”, approvato da Regione Toscana con D.D. n. 16533 del 07/10/2019 e disponibile nella sezione allegati. 

Recapiti di assistenza

Per assistenza sulle modalità di utilizzo della piattaforma informatica SIUF - Gestionale Finanziamenti, è attivo l'indirizzo email assistenzasiuf@sviluppo.toscana.it con sistema di ticketing  (https://ticket.sviluppo.toscana.it/).  Per quesiti inerenti la documentazione contabile e tecnica da presentare nell'ambito delle rendicontazioni, è attivo l'indirizzo email: rendicontazionersi@sviluppo.toscana.it.

Segnaliamo che i suddetti indirizzi di assistenza possono ricevere solo comunicazioni e-mail standard e non PEC

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPOR CREO 2007-2013POR FSE 2007-2013PAR FAS 2007-2013

Copyright © 2012-2018. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 15.323.154,00 i.v. | Viale G. Matteotti, 60 - 50132 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459