image

Bando Verde Urbano (varianti)

Nel rispetto della normative vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, forniture e servizi, di cui al D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i, è possibile apportare modifiche al progetto successivamente alla stipula della Convenzione, siano esse legate allo sviluppo progettuale dell'intervento nelle sue varie fasi (art. 23 del D.Lgs. n. 50/2016), che al periodo di efficacia dei contratti di appalto di lavori, forniture e servizi (art. 106 del D.Lgs. n. 50/2016). 

Qualora l'operazione sia soggetta ad approfondimenti progettuali, tali da determinare modifiche tecniche al progetto ammesso a finanziamento, il soggetto beneficiario, nel rispetto del paragrafo 6.4 del bando, dovrà procedere come di seguito specificato:

Modifiche progettuali/varianti sostanziali

Nel caso di modifiche sostanziali al progetto siano esse legate allo sviluppo progettuale dell'intervento nelle sue varie fasi (art. 23 del D.Lgs 50/2016) che al periodo di efficacia dei contratti di appalto di lavori, forniture e servizi (art. 106 del D.Lgs 50/2016), il soggetto beneficiario dovrà darne tempestiva comunicazione alla Regione Toscana e a Sviluppo Toscana. Fermo restando l’obbligo di comunicazione tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) all’Amministrazione Regionale, le modifiche/varianti sostanziali, devono essere presentate in forma di istanza online mediante l’accesso al sistema informatico: https://sviluppo.toscana.it/bandi/

Sono considerate modifiche progettuali e/o varianti sostanziali, e quindi oggetto di valutazione istruttoria preventiva rispetto all'erogazione del saldo del contributo concesso, tutte quelle modifiche introdotte successivamente allo sviluppo progettuale presentato con la domanda di finanziamento, ovvero varianti in corso d’opera, tali da determinare un intervento diverso da quello ammesso a contributo, a prescindere dalle finalità e dagli obiettivi previsti dal bando ed eventualmente perseguiti dal progetto modificato. 

Le modifiche sostanziali che comportino la realizzazione di un intervento con finalità diverse rispetto a quelle previste dal presente bando, potranno determinare la decadenza dell'operazione. Nel caso di modifiche intervenute che condizionano i criteri di valutazione, si provvederà ad una verifica del punteggio in graduatoria. 

Modifiche progettuali/varianti non sostanziali

Sono considerate modifiche e/o varianti non sostanziali quelle che, introdotte nella fase di sviluppo progettuale e/o in corso di realizzazione dell’intervento ammesso a contributo, comportino, all’interno delle singole categorie di spesa, il mancato acquisto e/o la mancata realizzazione di una o piu voci di costo dell'investimento ammesso a contributo, oppure l'introduzione di una o piu voci di costo, rispetto a quelle ammesse a contributo, o il verificarsi di entrambe le ipotesi. In ogni caso dovranno, rimanere inalterati la tipologia dell'intervento del progetto ammesso a contributo, la localizzazione dell’intervento ed essere mantenuti i requisiti minimi di cui al paragrafo 3.1, ad eccezione dell’importo minimo di spesa ammissibile.

In caso di variante NON sostanziale il beneficiario del progetto, utilizzando il facsimile allegato in calce, dovrà compilare,  sottoscrivere e presentare in sede di rendicontazione (acconto, intermedia e/o a saldo) una dichiarazione attestante che, eventuali modifiche  introdotte sia nello sviluppo progettuale successivo a quello di presentazione della domanda che nel caso di varianti in corso d’opera, sono di tipo NON Sostanziale ai sensi del paragrafo 6.4 del bando.

Nel caso in cui, in sede di rendicontazione, le suddette modifiche corrispondessero, diversamente, ad una variazione sostanziale del progetto ammesso a finanziamento, il richiedente dovrà inviare una comunicazione tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) all'indirizzo di posta certificata infrastrutture@pec.sviluppo.toscana.it, mettendo in conoscenza la Regione Toscana, presentando domanda di variante sostanziale da presentare online mediante l’accesso al sistema informatico:  https://sviluppo.toscana.it/bandi/

Le modifiche progettuali, siano esse sostanziali o meno, introdotte in difformità al Codice degli Appalti, saranno giudicate non ammissibili.

Economie

Le economie derivanti da affidamenti effettuati per realizzare compiutamente il progetto, nel rispetto delle disposizioni del Codice dei contratti pubblici e del relativo Regolamento di attuazione per la parte attualmente vigente, resteranno nella disponibilità del soggetto beneficiario, che potrà utilizzare esclusivamente per il medesimo intervento sempre ai fini del raggiungimento degli obiettivi e delle finalità previsti dal bando.

Assistenza e Supporto

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPOR CREO 2007-2013POR FSE 2007-2013PAR FAS 2007-2013

Copyright © 2012-2018. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 7.323.141,00 i.v. | Viale G. Matteotti, 60 - 50132 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459