image

Riapertura Bando Voucher Garanzia 2022

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO COMMISSIONI DI GARANZIA SU OPERAZIONI FINANZIARIE AMMESSE AL FONDO DI GARANZA PER LE PMI DI CUI ALLA L. 662/96
“VOUCHER GARANZIA”

Riapertura del Bando approvato con Decreto n.23419 del 20/12/2021

Finalità dell'intervento

La Regione Toscana intende favorire l’accesso al credito delle pmi toscane attraverso la costituzione di un fondo per la concessione di contributo in conto commissione di garanzie su operazioni finanziarie riassicurate al Fondo di Garanza di cui alla L. 662/96.

Con Decreto Dirigenziale n. 21674 del 28/10/2022 è stata disposta la riapertura del Bando approvato con Decreto n. 23419 del 20/12/2021.

Dotazione Finanziaria

I contributi sono concessi a valere sul Fondo per la concessione di contributo in conto commissione di garanzie di cui alla Delibera di G.R. n. 949 del 20.07.2020 (di seguito “Fondo”), ai sensi del Reg. (Ue) n. 1407/2013 “de minimis” con una dotazione disponibile iniziale pari a € 474.758,51.

Il D.D. n. 21674 del 28/10/2022 ha stabilito:

  • di raccogliere le domande fino alla concorrenza dell’importo massimo di € 1.300.000,00;
  • di istruire le domande sulla base dell’ordine cronologico di presentazione e fino ad esaurimento della dotazione disponibile pari a € 474.758,51;
  • di rinviare l’istruttoria delle domande non finanziabili per carenza di risorse al momento in cui si renderanno disponibili le ulteriori risorse, previa approvazione delle conseguenti e necessarie variazioni di bilancio, e fino alla concorrenza di € 1.300,000,00.

Destinatari

Micro, piccole e medie imprese, così come definite dall’allegato I del Reg. (UE) n. 651/2014, nonché professionisti, aventi la sede principale o almeno un’unità locale ubicata nel territorio regionale, che abbiano ottenuto una garanzia da un soggetto garante autorizzato dalla Regione Toscana, e riassicurata al Fondo di Garanzia (di seguito denominato Fondo) a fronte di una operazione finanziaria. Sono ammessi tutti i settori di cui alla Classificazione delle attività economiche ATECO ISTAT 2007 ammissibili al Fondo di garanzia ad eccezione dei seguenti settori:

  • A – Agricoltura, silvicoltura e pesca;
  • K – Attività finanziarie e assicurative;
  • O – Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria;
  • T – Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze;
  • U – Organizzazioni ed organismi extraterritoriali.

Spese ammissibili

Sono ammesse all’agevolazione le commissioni di garanzia pagate ai soggetti garanti autorizzati con Decreto Dirigenziale n.23419 del 20/12/2021, su qualsiasi tipo di operazione finanziaria riassicurata al Fondo di importo massimo pari a € 800.000,00, alle seguenti condizioni:

  • presenza di delibera di garanzia e di riassicurazione successiva alla data del 01.01.2022;
  • data di erogazione del finanziamento e di pagamento della commissione di garanzia antecedente la data del 30.05.2022;
  • la delega dei beneficiari ai soggetti garanti dovrà riportare una data almeno pari o successiva alla data del 24.10.2022 ovvero dell’atto di Giunta che stabilisce la riapertura del bando.

Caratteristiche del contributo

L'agevolazione è concessa nella forma del contributo a fondo perduto e nella misura dell’1,5% dell’operazione finanziaria garantita e riassicurata. Il contributo non potrà comunque superare l’importo della commissione pagata. L'operazione finanziaria garantita dovrà essere riassicurata al Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese di cui alla L. 662/1996. Sono ammesse le operazioni finanziarie di importo non superiore a € 800.000,00. La garanzia sull’operazione finanziaria deve essere concessa dal confidi entro 15 giorni dalla richiesta del soggetto beneficiario.

Il Contributo viene concesso ai sensi del Reg. (Ue) n. 1407/2013 “de minimis”.

Scadenza

La domanda di agevolazione è redatta esclusivamente on line, previo rilascio delle credenziali di accesso al sistema informativo, a partire dalle ore 9:00 del 14/11/2022 e fino alle ore 17:00 del 14/12/2022.

Modalità di presentazione della domanda

La domanda di agevolazione è redatta esclusivamente on-line, previo accesso al sistema informatico https://accessosicuro.sviluppo.toscana.it/ tramite identità digitale (CNS/CIE/SPID). La compilazione e la presentazione della domanda avviene a cura dei soggetti garanti, appositamente delegati dai soggetti beneficiari, unitamente alla documentazione obbligatoria a corredo della stessa di cui al successivo paragrafo 4.3. La domanda può essere fatta anche per più operazioni finanziarie. La domanda consiste nel documento in formato pdf generato in automatico dal sistema informatico di Sviluppo Toscana S.p.A. al momento di chiusura della compilazione, comprensivo di tutte le dichiarazioni/schede presenti on-line e completo di tutti i documenti obbligatori descritti di seguito. La domanda può anche essere compilata su modello cartaceo ma tale facoltà è da ritenersi aggiuntiva rispetto all’inserimento dei dati nell’apposito gestionale, su cui la stessa dovrà essere caricata debitamente sottoscritta. La domanda in formato pdf potrà essere firmata dal legale rappresentante, con la firma digitale (con algoritmo SHA-256), grafometriche (secondo lo standard ISO/IEC 19794-7 2014) e calligrafiche. Successivamente dovrà essere ricaricata sul sistema gestionale nell’apposita sezione premendo il pulsante "Presenta domanda".

Qualsiasi informazione relativa al Bando e agli adempimenti ad esso connessi può essere richiesta ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

I servizi di assistenza e supporto saranno attivi dal giorno di apertura del gestionale di raccolta delle domande.

 

Unione EuropeaRepubblica ItalianaPOR CREO 2007-2013POR FSE 2007-2013PAR FAS 2007-2013

Copyright © 2012-2022. Tutti i Diritti Riservati.

Sviluppo Toscana S.p.A. con socio unico Cap. Soc. € 15.323.154,00 i.v. | Viale G. Matteotti, 60 - 50132 Firenze | Cod. Fisc./P.I. 00566850459 R.I. di Firenze 00566850459